contro l'emergenza covid-19

Per le fondazioni di Vf e Tiffany gara di solidarietà a suon di milioni

Anche oltreoceano i big della moda e del lifestyle si prodigano in azioni benefiche per sconfiggere il coronavirus. Stiamo parlando, in particolare, di Vf Corporation Tiffany & Co.: mentre quest'ultimo ha messo sul piatto, tramite l'omonima fondazione, una cifra iniziale di 1 milione di dollari, il colosso dell'active sportswear, a sua volta attraverso la propria fondazione, ha sborsato 1,5 milioni di dollari.

I percorsi delle due aziende sono per certi versi parallelli: fin dalla nascita, Tiffany & Co. (creata nel 1837) e Vf Corporation (che risale al 1899), sono state guidate dalla convinzione che un'azienda di successo abbia una responsabilità nei confronti della comunità, promuovendo modelli di vita attivi e sostenibili, in modo da creare valore e agire come forza positiva di cambiamento.

«Durante questa crisi sanitaria planetaria dobbiamo essere tutti pronti a rispondere ai bisogni urgenti delle nostre comunità globali», afferma Anisa Kamadoli Costa, chairman & president di The Tiffany & Co. Foundation, e prosegue: «Siamo orgogliosi di supportare le organizzazioni che forniscono un aiuto immediato per le comunità colpite da Covid-19, compresa la nostra città natale, New York».

Simili le riflessioni di Steve Rendle, chairman, president e ceo di Vf Corporation, che afferma: «Aiutare nei momenti di difficoltà è responsabilità di ognuno di noi, e lo è a maggior ragione in un momento come quello attuale, dove la forza della nostra comunità globale può fare la differenza».

In particolare, la Fondazione Tiffany & Co. ha stanziato 750mila dollari per l'Organizzazione Mondiale della Sanità e altri 250mila dollari per The New York Community Trust, mentre la Fondazione Vf ha donato 1,5 milioni di dollari per supportare le comunità in cui opera nel mondo per gestire al meglio l'impatto del Covid-19, attraverso il GlobalGiving Coronavirus Relief Fund, organizzazione no profit che opera attraverso una piattaforma di crowdfunding globale per progetti di beneficenza.

E' stata lanciata inoltre da Vf una raccolta fondi per aggiungere ulteriori 500mila dollari, che prevede il raddoppio da parte della società delle elargizioni volontarie effettuate da lavoratori e consumatori. Tutti i dipendenti sono chiamati a contribuire.

Nello specifico, per l'Italia è stata privilegiata dalla casa madre di marchi come Vans, The North Face e Eastpak la Croce Rossa. Inoltre, la campagna fondi GlobalGiving Coronavirus Relief Fund supporterà la Fondazione La Stampa Specchio dei Tempi Onlus, la Fondazione Francesca Rava Nph Italia Onlus, Ibo ItaliaMission Bambini e Guardavanti: per il futuro dei bambini Onlus (nella foto, da sinistra, Steve Rendle di Vf e Anisa Kamadoli Costa di Tiffany & Co.).

a.c.
stats