Digital e merchandising in primo piano

Giorgio Belloli e Delphine Sonder in Burberry per due nuovi ruoli

Burberry annuncia nuovi ingressi nel management, con effetto immediato, per ricoprire due posizioni create ex-novo. Si tratta di Giorgio Belloli (nella foto) per il ruolo di chief digital, customer and innovation officer e di Delphine Sonder, che diventa chief merchandising officer.

Belloli avrà la responsabilità delle vendite online globali e dei team digital product e analytics, oltre a nuove funzioni sull’innovazione. Sonder, invece, seguirà il merchandising e la pianificazione globale dal ready-to-wear agli accessori, oltre alle strategie di prodotto. Entrambi riporteranno al ceo Jonathan Akeroyd ed entreranno nel comitato esecutivo negli uffici di Londra.

Belloli viene da nove anni in Farfetch, che lascia con il ruolo di chief commercial and sustainability officer. Prima ancora aveva ricoperto ruoli in Alexander McQueen, Hussein Chalayan e Prada. Sonder ha trascorso gli ultimi cinque anni in Saint Laurent, dove era la general merchandising director. In curriculum elenca anche posizioni senior da Louis Vuitton e Chloé.

«Queste nomine rafforzano le nostre ambizioni per la prossima fase, consolidando la nostra forte eredità nell’innovazione e rafforzando l'allineamento tra la nostra offerta commerciale e la nostra nuova visione creativa - dichiara Jonathan Akeroyd -. Non vedo l'ora di lavorare a stretto contatto con entrambi, per portare avanti le nostre priorità strategiche e realizzare il potenziale di Burberry come moderno marchio di lusso britannico».

In attesa di un update sui risultati trimestrali, che sarà divulgato domani 18 gennaio, si sa che nei sei mesi terminati il primo ottobre Burberry ha totalizzato 1,35 miliardi di sterline di ricavi (circa 1,54 miliardi di euro), in aumento dell’11% rispetto allo stesso periodo del 2021 e del 5% a cambi costanti. L'obiettivo di lungo periodo annunciato da Akeroyd è arrivare a 5 miliardi di sterline.
e.f.
stats