direttore artistico dal 2013

Ann Demeulemeester: fine del sodalizio con Sébastien Meunier

Un breve annuncio per dirsi addio. Anne Chapelle, ceo di Ann Demeulemeester, ha salutato il direttore creativo uscente Sébastien Meunier (nella foto), ringraziandolo «per la sua dedizione e per tutto quello che ha fatto da dieci anni a questa parte».

Lui su Instagram è stato meno sintetico. «Dal profondo del mio cuore - ha scritto - vorrei dire grazie a tutti i team con cui ho lavorato a stretto contatto in più di un decennio. Con un pensiero speciale per Mirjam, Basje, Florent, Satu, Anne, Martijn, Michèle, Robbie, Carl e Bram - siamo stati una famiglia. Per me è un motivo d'orgoglio che, una collezione dopo l'altra, la maison Ann Demeulemeester abbia fatto proprie alcune sfide pressanti della nostra società, in particolare quelle relative al gender e alla diversity».

Non si sa quale sarà la prossima destinazione di Meunier, nel cui curriculum figurano, dopo gli studi all'Esmod, esperienze presso Jean Colonna e Martin Margiela, dove aveva trascorso un decennio prima di approdare nel 2010 all'atelier di Ann Demeulemeester.

La designer di Anversa, artefice della griffe nel 1985, lo aveva preso sotto la sua ala protettrice, insieme ad altri giovani talenti, affidandogli inizialmente la responsabilità della linea maschile.

Nel 2013 Ann aveva abbandonato la moda (attualmente si occupa di un progetto legato alla casa, Dé Tableware) e due anni dopo Anne Chapelle, già managing director dal 1994, aveva acquisito una quota della società.

Nel frattempo Meunier si era insediato alla guida creativa del marchio, riuscendo a preservarne il dna.

a.b.
stats