DIVORZI

Azzaro: si conclude il sodalizio con il direttore creativo Maxime Simoëns

«La couture house Azzaro e il suo direttore artistico Maxime Simoëns annunciano la fine della loro partnership dopo quattro stagioni. Azzaro lo ringrazia per il suo contributo nel rilancio della casa di moda».

Un breve comunicato sancisce la fine del sodalizio fra la fashion company nell'orbita di Reig Capital Group e il designer francese, chiamato nel 2017 per supervisionare le collezioni couture, le linee di ready-to-wear e gli accessori.

Azzaro ha detto di voler presentare la collezione durante la prossima couture week a luglio, ma senza fornire ulteriori dettagli.

Ancora nessuna indiscrezione, per il momento, sulla futura destinazione di Simoëns. Lo stilista - che nel suo curriculum vanta collaborazioni con Elie Saab, Jean Paul Gaultier, Christian Dior e Balenciaga - era stato salutato come un prodigio all'International Festival of Fashion and Photography di Hyères, nel 2008, all'età di 25 anni, tanto che nel 2012 Bernard Arnault aveva investito sul business in ascesa del giovane designer.

Dal 2011, anno in cui è entrato nel calendario ufficiale della fashion week parigina, la presenza di Maxime Simoëns è stata incostante. Dopo aver presentato la collezione nei calendari della couture e del ready to wear, è scomparso dagli appuntamenti del womenswear, con l'ultima passerella nel settembre del 2014. È tornato in scena nel 2016 per presentare il menswear, battezzato M.X., che però non ha avuto seguito.

a.t.
stats