DOPO VENEZIA ANCHE A PARIGI

Dal 22 maggio via libera al museo di Pinault alla Bourse de Commerce

È fissata per il 22 maggio  alla Bourse du Commerce di Parigi, tra il Louvre e il Centre Pompidou, l’inaugurazione del nuovo museo di arte contemporanea con le opere di una delle cinque collezioni di arte contemporanea più importanti al mondo, raccolta da François Pinault in più di 50 anni.

Lo spazio voluto dal magnate del lusso e fondatore di Kering si inscrive all’interno di una rete internazionale, insieme alle sedi espositive di Palazzo Grassi e Punta della Dogana, a Venezia.

Dopo ripetuti rinvii causa pandemia, l’edificio – che ha attraversato cinque secoli di storia, trasformandosi nella Bourse de Commerce nel 1889 – è pronto dunque a riaccogliere i visitatori, che sotto una spettacolare cupola ottocentesca in vetro potranno ammirare i capolavori di quasi 400 artisti provenienti da tutto il mondo, da Piet Mondrian a Damien Hirst, fino a Jeff Koons, per un totale di 10mila opere.

I gioielli artistici della Collezione François Pinault spiccano sullo sfondo architettonico creato dall’archistar giapponese Tadao Ando, che ha puntato a restituire alla struttura l’originale immagine di edificio di riferimento dell’architettura parigina del 17esimo, 18esimo e 19esimo secolo.

A dirigere il nuovo centro per l’arte contemporanea, 6.800 metri di superficie espositiva e un auditorium da quasi 300 posti, sarà Marthin Bethenod.

a.t.
stats