FORMAZIONE

Ifda: la “boutique academy” milanese rilancia sul green

Oggi un’accademia, culla e fucina dei talenti della moda di domani, per svolgere pienamente la sua funzione a misura d’uomo secondo le nuove disposizioni sanitarie e garantire una buona istruzione per tutti tutelando gli studenti, ha bisogno di una strategia didattica che punti principalmente su classi con pochissimi allievi, metodi didattici quasi personalizzati e un’attitude eco-friendly.

Un approccio adottato da Ifda di Milano, che fin dalla sua nascita nel 2001 ha lasciato spazio a questa commercial strategy, incrementando e valorizzando da subito il talento di ogni studente, incentivando la sua pratica professionale sul campo, sia in ambito Fashion Design, Styling o Buying.

All’interno dei suoi percorsi triennali di Fashion Design l'istituto ha introdotto - come modulo formativo - la materia “moda sostenibile”, tenuta da esperti del settore, che spazia dall’ambito fashion che in quello del design d’arredamento per sensibilizzare sempre di più i nuovi creativi sul tema impatto zero.

La stessa location milanese di Ifda, 600 metri quadri distribuiti su quattro piani in via Tortona 35, proviene da un recupero di architettura industriale.

La palazzina è dotata di pannelli fotovoltaici con accumulatori che permettono, anche in caso di blackout totale, di rimanere "viva e attiva", grazie alla sua totale indipendenza da fonti elettriche e/o gas.

L’edificio - a zero impatto ambientale - non consente anche la minima dispersione energetica, grazie a una struttura ad hoc per l'isolamento termico, uno strato isolante di lana di roccia, vetri doppi di alta qualità, muri che respirano e un altissimo livello di salubrità e benessere della struttura.

La sede è comandata dall'impianto fotovoltaico in tutta la sua completezza tanto da essere alimentati ascensori, le luci dei terrazzi, le scale, le aule, gli impianti di condizionamento e climatizzazione, il riscaldamento e il ricircolo d'aria.

Tutta la struttura compreso la strumentazione, sala IT, macchine da cucire e qualsiasi altra necessità energetica, è gestita dalla luce solare accumulata anche in assenza di luce.

a.c.
stats