Già al lavoro su altri progetti

Kanye West: «Con Adidas e Gap è finita, vado avanti da solo»

Il rapporto tra Kanye West e Adidas (per le sneaker Yeezy) e Gap (per la collezione Yeezy Gap e la sua estensione Yeezy Gap by Balenciaga) si è irrimediabilmente compromesso, dopo che l’artista ha lanciato strali verso queste aziende, arrivando ad accusarle anche di falsificare alcuni suoi prodotti in una serie di post e video al vetriolo sul suo account Instagram, di cui ora non c’è più traccia.

Ye, come si fa chiamare il rapper e stilista, parla come se l’intesa con i due colossi fosse ormai storia chiusa anche se, come riportano i media di oltreoceano, la scadenza naturale del contratto con Adidas sarebbe nel 2026 e quella con Gap nel 2030.

Intervistato da Bloomberg, West modera decisamente i toni rispetto alle ultime settimane. Riferendosi ad Adidas e Gap, dice: «Queste società hanno fatto tanti soldi grazie a me e io tanti soldi grazie a loro. Abbiamo creato idee che hanno cambiato per sempre il concetto di abbigliamento».

«Ma adesso - aggiunge, parlando in terza persona - per Ye è il momento di dare vita a una nuova industria. Non devono più esistere filtri tra me e il mio pubblico».

Kanye starebbe mettendo mano al sito yeezysupply.com e, soprattutto, alla realizzazione di una serie di campus a insegna Donda, il suo hub creativo che prende il nome dalla madre, insegnante e chair del dipartimento di Inglese, Comunicazione, Media e Teatro della Chicago University, morta nel 2007 a soli 58 anni in seguito a un intervento di chirurgia estetica. Donda è anche il titolo di un album del 2021 del cantante.

Questi campus potrebbero ospitare scuole, edifici residenziali e, naturalmente, anche negozi dove vendere i prodotti firmati da Ye. Sembra che West sia inoltre in contatto con Eric Liedtke, ex Adidas, per collaborare al suo progetto di abbigliamento planet friendly Unless Collective, ma a tale proposito Liedtke non ha rilasciato dichiarazioni, così come tacciono i portavoce di Adidas e Gap.

a.b.
stats