Appello alla #guccicommunity con Intesa Sanpaolo e Facebook

Gucci: 2 milioni in donazioni e due campagne di crowdfunding contro il coronavirus

Gucci insieme alla propria community globale si attiva per combattere la pandemia legata al Covid-19 e annuncia oggi due donazioni a favore di due specifiche campagne di crowdfunding.

In Italia un milione di euro sarà devoluto per sostenere l’impegno del Dipartimento della Protezione Civile attraverso la piattaforma di crowdfunding di Intesa Sanpaolo ForFunding, con la pagina web dedicata, dove è possibile fare donazioni. 

A livello internazionale, il brand contribuirà con 1 milione di euro al Covid-19 Solidarity Response Fund della Fondazione delle Nazioni Unite a sostegno dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), attraverso una campagna di Matchmaking lanciata da Facebook.  

La #GucciCommunity è invitata a fare una donazione al Fondo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità attraverso la funzionalità “donate” nelle stories sull’account Instagram di Gucci. Facebook corrisponderà una cifra pari all’importo complessivo delle donazioni, nell'ambito dell'iniziativa di Matching.

La discesa in campo segue le donazioni di Kering, di cui Gucci fa parte, in Cina, Italia e Francia, e l’annuncio della produzione di oltre 1 milione di maschere e camici per il personale sanitario in risposta all’appello della Regione Toscana.

Anche gli altri canali di social media e il sito del marchio presenteranno link per donare ad entrambe le iniziative di crowdfunding.

We Are All In This Together” è il claim che accompagnerà la campagna di crowdfunding di Gucci insieme a un'illustrazione donata per l’occasione dall'artista di Roma MP5, che raffigura una persona che tiene la mano sul cuore in un simbolo di solidarietà.

«Gucci ha creato un mondo aperto e libero, ma Gucci è soprattutto una community globale. Chiediamo alla community di Gucci, a tutti voi, di diventare i Changemakers di questa crisi e di unirvi a noi nella lotta contro il coronavirus. We are all in this together», hanno commentato Alessandro Michele e Marco Bizzarri, rispettivamente direttore creativo e amministratore delegato del marchio, lanciando l’iniziativa.

an.bi.
stats