I “Pinault boys” di nuovo insieme

Maus Frères: Guibert chiama Alexandre Nodale come vice ceo

Un ex Conforama prende il ruolo di vice ceo in Maus Frères, il gruppo di Ginevra che controlla realtà come Lacoste, The Kooples, Gant, Aigle, Devanlay, Tecnifibre, oltre ai grandi magazzini Manor e all’insegna di bricolage e giardinaggio Jumbo. Dal gennaio 2020 Nodale è ceo di queste ultime due attività del gruppo in Svizzera.

Prima ancora Nodale è stato per un anno e mezzo deputy ceo nel management board del retailer Steinhoff International (Pepco e Conforama tra le attività). Nel suo curriculum spiccano quasi un decennio in Conforama (2009-2019), dove era arrivato a ricoprire la carica di amministratore delegato, e nove anni in Ppr (2000-2009), gli ultimi due trascorsi nella posizione di financial control director.

Nodale è una vecchia conoscenza del nuovo ceo Thierry Guibert, al vertice di Maus Frères dall’inizio di quest’anno. Per un certo periodo Guibert ha guidato la catena del mobile Conforama e Nodale era il suo vice. Non a caso la stampa francese li chiama i “Pinault boys”: negli anni passati Conforama era controllata dai Pinault attraverso Ppr, nel 2013 rinominato Kering, il gruppo francese che oggi si focalizza sul lusso con marchi in portafoglio come Gucci, Bottega Veneta e Ysl.

Nell’esercizio fiscale 2019 Maus Frères ha realizzato un fatturato di 3,21 miliardi di euro nella sua componente moda e sport.

 

e.f.
stats