Il brand eco chiama la fondatrice di Net-a-Porter e Imaginary Ventures

Natalie Massenet entra nel board di Everlane

Natalie Massenet, co-founder e managing partner di Imaginary Ventures, è entrata a far parte del board of director di Everlane, il brand a vocazione green con base a San Francisco.

La mission della fondatrice di Net-a-Porter sarà quello di supportare la crescita del marchio - fondato nel 2011 da Michael Preysman su valori come etica, inclusività e trasparenza - supportandone lo sviluppo su scala internazionale.

«Sono diventata dapprima una fan di Everlane come consumatrice e successivamente atraverso un investimento significativo nel brand tramite Imaginary, la società di investimento che ho lanciato con Nick Brown», ha dichiarato a wwd.com Natalie Massenet, sottolineando che si impegnerà a portare nel cda tutto il suo know how per sostenere la visione autentica ed eco-friendly del brand.

«Non è un compito facile – ha aggiunto – creare prodotti che i consumatori desiderano indossare a un prezzo accessibile, reinventando al contempo la catena di approvvigionamento e il modello di business».

Sin dalla sua nascita Everlane si è infatti impegnata a comunicare il vero costo dei propri prodotti, i materiali impiegati per realizzarli e le condizioni dei lavoratori nelle fabbriche con cui collabora.

Nato come brand direct-to-consumer, negli ultimi anni ha anche messo radici nel retail fisico, con opening di negozi a Austin, Boston, San Francisco, Manhattan, Brooklyn e Los Angeles.

Nella società sono appena approdati anche altri due professionisti: si tratta del primo chief marketing office - Sophie Bambuck, ex global vice president of brand marketing di Nike Sportswear – e di Matt Gehring, nominato general manager dell’e-commerce.

a.t.
stats