IL PATRON DI ALIBABA SI RITIRA A 54 ANNI

L'erede di Jack Ma è l'attuale ceo Daniel Zhang

Oggi (10 settembre) Jack Ma, presidente esecutivo di Alibaba (nella foto), compie 54 anni e cambia vita. Resterà nel board dell'impero che ha creato - che oggi vale circa 420 miliardi di dollari - ma tra 12 mesi lascerà il suo incarico, «perché - ha detto - voglio morire in spiaggia, non a una scrivania».

Dotato di grande carisma e sense of humor (il suo "balletto" sulle note di Michael Jackson di un anno fa diventò virale), Jack Ma iniziò la sua carriera come professore di inglese all'università e costruì successivamente la propria fortuna partendo da una start up lanciata con alcuni amici nel 1999.

Da quel momento non si è più fermato, spaziando dall'e-commerce all'informatica, dall'entertainment ai media, fino ad approdare a Wall Street quattro anni fa e a diventare l'uomo più ricco della Cina, con un patrimonio personale stimato in 36,5 miliardi di dollari, al 21esimo posto del ranking mondiale di Forbes.

Già nel 2015 aveva lasciato la poltrona di ceo a Daniel Zhang, ma il prossimo 10 settembre 2019 abdicherà anche al ruolo di executive chairman, con l'investitura del suo successore.

Successivamente, Jack Ma rimarrà all'interno del cda fino al 2020, al fine di «guidare - ha detto - una transizione senza intoppi», per poi diventare membro a vita della Alibaba Partnership, la struttura di governance del gruppo.

Tra un anno esatto Mr. Alibaba potrà quindi cominciare a dedicarsi ad altro a tempo pieno. «Il mondo è grande e io sono ancora giovane, voglio provare nuove cose», ha affermato. Davanti a sé ha l'esempio di un altro big dell'informatica quale Bill Gates. Come lui, Ma metterà a disposizione il proprio tempo e le proprie risorse per attività filantropiche, portando avanti i progetti della sua fondazione, che opera per fornire Internet ai contadini e l'alfabetizzazione delle popolazioni che vivono nelle zone più povere della Cina.

A prendere le redini del colosso dell'online sarà dunque Daniel Zhang, che Jack Ma ha descritto come «una mente analitica senza paragoni», evidenziando il suo «superbo talento, acume per gli affari e leadership determinata». A dargli ragione sono i numeri, che durante il mandato del manager «sono cresciuti per 13 trimestri consecutivi».

Classe 1972, di Shanghai, Zhang è entrato nelle fila di Alibaba nel 2007, ricoprendo via via diversi ruoli di responsabilità, tra cui quelli di chief financial officer di Taobao e quella di presidente di TMall, fino a diventare ceo del gruppo nel 2015.

a.t.
stats