In corso la ricerca di un successore

Dopo 12 anni Paolo de Cesare non è più ceo di Printemps

Dopo 12 anni Paolo de Cesare non è più l'amministratore delegato di Printemps. I grandi magazzini parigini sono già alla ricerca di un sostituto. La decisione, presa dal consiglio di sorveglianza della società, deriva «dalle difficoltà vissute negli ultimi anni dal settore del commercio al dettaglio».

In un comunicato stampa diffuso per ufficializzare l'uscita del manager italiano, Printemps parla «della necessità di instaurare una nuova leadership, per accelerare e realizzare il piano di sviluppo ambizioso e fortemente sostenuto dai suoi azionisti».

Il consiglio ha aggiunto nella nota che la catena di department store sta costruendo una base per la crescita rafforzando il proprio team, ridefinendo l'offerta in store, ampliando il business legato ai canali digitali, migliorando le operazioni, ottimizzando i costi e sviluppandosi all'estero.

Paolo de Cesare era amministratore delegato del Gruppo Printemps dal primo settembre 2007. In precedenza aveva trascorso 24 anni lavorando per P&G.

an.bi.
stats