intanto la regione convoca due incontri sulla crisi aziendale

Paul Surridge: l'addio alla Roberto Cavalli è su Instagram

La situazione di incertezza intorno al marchio Roberto Cavalli non accenna di risolversi, anzi diventa sempre più intricata.

Il direttore creativo Paul Surridge ha confermato su Instagram di non essere più direttore creativo. Nel frattempo, come anticipato da fashionmagazine.it, i rappresentanti dei lavoratori hanno richiesto l'apertura di un tavolo di crisi presso la Regione Toscana.

Il fondo Clessidra, a cui fa capo il 90% del marchio, non fornisce informazioni sullo scenario attuale, compresa la trattativa per la cessione dell'azienda con il gruppo americano Blue Star Alliance

«Ho molto riflettuto su questa decisione - ha scritto Surridge in un lungo post pubblicato sul suo profilo Instagram - e sono arrivato alla conclusione che la missione originale a cui avevo aderito è cambiata. Ora perciò preferisco concentrarmi sui progetti che avevo accantonato per dedicarmi a Roberto Cavalli. È stato un onore poter lavorare per un marchio fiorentino con una tale tradizione».

«Voglio ringraziare tutti coloro che hanno reso questo viaggio possibile - ha proseguito -, il team interno e in particolare Gian Giacomo Ferraris, che mi ha dato un grande supporto e rimarrà per me un mentore».

L'azienda si limita a confermare l'uscita di Surridge, scegliendo di non commentare le ultime iniziative dei suoi dipendenti. In base a quanto si apprende da fonti sindacali, la crisi della Roberto Cavalli sarà affrontata lunedì primo aprile nel corso di due incontri. A convocarli, accogliendo la richiesta delle organizzazioni sindacali, è stato il consigliere del presidente Enrico Rossi per il Lavoro, Gianfranco Simoncini

  

Il primo dei due incontri si svolgerà con i sindacati e i Comuni interessati; il secondo sara' allargato anche ai rappresentanti aziendali.

a.b.
stats