giovani designer Usa contro il covid-19

Cuomo chiama, Christian Siriano e Brandon Maxwell rispondono: «Riconvertiamo la produzione»

Le infezioni non attaccano solo il corpo umano: mettono a nudo le debolezze della società, che però si attrezza per reagire.

In tempi di emergenza da coronavirus, Andrew Cuomo (governatore dello Stato di New York) ha usato Twitter per esortare i cittadini a “restare umani” e contribuire a utilizzare le competenze di ognuno, per creare forniture destinate agli operatori sanitari in prima linea.

Gli stilisti Christian Siriano e Brandon Maxwell, star di Project Runway, hanno risposto immediatamente all'appello.

«Se @NYGovCuomo dice che abbiamo bisogno di mascherine, la mia squadra contribuirà a realizzarne - ha twittato Christian -. Ho una squadra completa di cucito, con personale che lavora da casa e che può aiutare». A seguire, sul suo canale Instagram, ha pubblicato un video sulla realizzazione delle mascherine anti Covid-19.

In giornata, il team del Governatore Cuomo ha risposto con apprezzamento per il contributo di Christian Siriano, rilanciando il messaggio “Chi è il prossimo?”.

A poche ore di distanza, Brandon Maxwell ha risposto a sua volta all'appello, confermando sui social che anche lui ha cominciato a confezionare abiti per il personale medico e paramedico.

«In risposta alla crisi globale, stiamo concentrando i nostri sforzi sulla produzione di DPI (dispositivi di protezione individuale), a partire dagli abiti», ha scritto Brandon, e ha aggiunto: «Abbiamo trascorso la scorsa settimana cercando i tessuti appropriati per creare abiti funzionali per i sanitari. Siamo orgogliosi di fornire questi articoli, necessari ai medici e alle infermiere in prima linea in questa crisi».

Questo è il momento di non incoraggiare solo l’interesse personale e il pensiero a breve termine. «Ciò che è vero per tutti i mali del pianeta è vero anche per la peste. Aiuta gli uomini ad elevarsi di sopra di se stessi», scriveva del resto Albert Camus più di 70 anni fa, nel celebre romanzo “La Peste”.

a.c.
stats