La maison studia il post Waight Keller

Parte il toto nomine da Givenchy: in lizza Marine Serre e Matthew Williams

A tre giorni di distanza dall'annuncio del divorzio creativo fra Clare Waight Keller e Givenchy continuano a serpeggiare i rumour sui possibili eredi della stilista, nonostante la casa di moda francese, causa l'emergenza sanitaria in corso, si sia presa del tempo prima di nominare ufficialmente un successore.

Secondo indiscrezioni che stanno rimbalzando sul web ci sono diversi candidati che potrebbero prendere il testimone creativo dalla Waight Keller, ex Chloé, insediatasi tre anni fa dopo il mandato lungo 12 anni di Riccardo Tisci: in primis Marine Serre (vincitrice dell'Lvmh Prize e con trascorsi da McQueenMargielaDior Balenciaga), che ha ricevuto consensi crescenti negli ultimi anni, ma anche Matthew Williams, fondatore di 1017 Alyx DSM.

Tra i papabili spunta il nome di Julien Dossena, firma di Paco Rabanne, ma anche di Davide Renne, direttore del design da Gucci.

Adatti per l'incarico potrebbero essere inoltre Luke e Lucie Meier, il duo creativo al timone di Jil Sander dall'aprile 2017.

Secondo altre congetture, si profilerebbe anche un cambio di scenario, con lo split della direzione creativa: tra le ipotesi Phoebe Philo alla guida del womenswear e Craig Green del menswear.

Staremo a vedere. Nel frattempo, la collezione donna Pre-Spring salta, così come viene cancellata la couture dell'autunno 2020, mentre il menswear dovrebbe arrivare nelle showroom della griffe a giugno. 

A cura della redazione
stats