ricordando LUCIA SERLENGA

Ciao Lucia!

Farà effetto non vederla alle sfilate appena iniziate. Perché lei c'era sempre, senza manie di protagonismo ma con una presenza che non passava inosservata: curata e originale nel vestire, diretta nelle parole e con quello sguardo azzurro che ti passava da parte a parte.

Lucia Serlenga non c'è più: se ne è andata stanotte, stroncata da una malattia sulla quale aveva mantenuto il massimo riserbo.

Una perdita per la moda - di cui si occupava dagli anni Settanta -, il giornalismo e soprattutto per Fashion, per il quale ha rappresentato una figura chiave negli anni d'oro in cui la nostra testata, di pari passo con il made in Italy, è sbocciata e cresciuta, fino a imporsi come punto di riferimento per il settore.

Insieme a Gianni Bertasso e a Titti Matteoni, Lucia Serlenga ha fatto la storia di Fashion e chi scrive si ricorda bene il primo impatto con lei: arrivata in redazione nel 1989, ero una "absolute beginner" e, tra affettuosi rimbrotti, consigli e incoraggiamenti a fare di più e meglio, da Lucia ho imparato moltissimo.

Aveva una grande capacità di lavoro e non mollava mai. Ed era una persona sincera - qualità rara -, che aveva mantenuto la freschezza e la curiosità di quando, negli anni Settanta, si era trasferita dalla Puglia a Milano.

Amava insomma "Parlarchiaro" e non a caso questo era il titolo della rubrica che curava sul nostro giornale, con il suo stile graffiante, senza sbavature e sempre con una punta di ironia.

A Fashion è rimasta per circa 20 anni e poi si è dedicata a numerosi progetti, dalla direzione di un mensile alla collaborazione con testate come Vogue, Panorama e Il Giornale, fino alla realizzazione di libri insieme alla collega e amica, praticamente una sorella, Daniela Fedi.

Per una combattente come lei, le sfide non finivano mai. È uscito da poco un volume scritto con Daniela Fedi: Donne 6.0. Il lato forte di una certa età, una riflessione delle due autrici sui "nuovi 40". 

Oggi, purtroppo, per uno di quegli scherzi del destino di cui non ci si capacita, arriva anche la notizia della scomparsa del fondatore di Fashion, Gianni Bertasso, cui dedichiamo un approfondimento su fashionmagazine.it.

a.b.
stats