social e partito comunista contro l'attrice

Prada chiude con Zheng Shuang, coinvolta nello “scandalo della maternità surrogata”

Prada ha interrotto la collaborazione con l’attrice cinese Zheng Shuang, nel mirino del governo cinese e dei social per avere abbandonato i figli avuti tramite utero in affitto. La celebrity, 29 anni, era stata scelta come testimonial della griffe per la campagna pubblicitaria del nuovo anno lunare. 

In Cina lo "scandalo della maternità surrogata", come viene chiamato, tiene banco sui social media, dove un hashtag è stato visualizzato ben 4 miliardi di volte.

Conosciuta per i suoi ruoli in note serie televisive, Zheng Shuang è stata attaccata sui social dopo che i media cinesi hanno rivelato che l’attrice aveva lasciato marito, il produttore Zhang Heng sposato in segreto, abbandonandolo negli Stati Uniti con i loro due figli nati da madre surrogata.

La pratica tra l’altro è proibita dalla legge in Cina, anche se molto gettonata dalle coppie benestanti, che si recano all’estero per coronare i loro sogni di maternità. Da quanto si apprende, la coppia si era lasciata prima che i bambini nascessero, a causa dell'infedeltà di lui.

Il Partito Comunista al governo ha dichiarato mercoledì che l'attrice, che ora sarebbe stata bandita dagli schermi televisivi, «non è innocente» e l'ha accusata di essersi avvalsa di una via di uscita legale per avere i figli.

Zheng ha spiegato che si tratta di un avvenimento «doloroso e privato». Intanto il suo ex compagno Zhang Heng ha dichiarato su Weibo di essere da più di un anno negli Stati Uniti con la sua famiglia, «per prendersi cura di due giovani vite innocenti».

Lo scandalo sui social divide il pubblico: la maggior parte delle persone accusa l’attrice di essere una donna cattiva, ma c’è chi dà la colpa a  Zhang Heng. 

c.me.
stats