le esequie a dallas

Addio a Derrill Osborn, storico men's fashion director di Neiman Marcus

Gli è sempre piaciuto non passare inosservato, con gli inconfondibili baffoni, gli occhiali tondi e l'abbigliamento eccentrico, ma la sua scomparsa è avvenuta in sordina: infatti solo attraverso il tam tam di amici e conoscenti su Facebook si è saputo della morte di Derrill Radcliff Osborn, iconico men's fashion director di Neiman Marcus.

Pochi i dettagli sulle cause della scomparsa (pare che fosse malato da tempo), mentre non è nota la sua età.

Ma la sua vita si presterebbe a un romanzo o a un film: Derrill Radcliff Osborn è stato il classico self made man, discendente da una stirpe di pionieri e rancheros messicani e approdato alla moda negli anni Sessanta, dopo aver prestato servizio nell'esercito americano.

Come riporta wwd.com, il suo primo impiego in un department store è stato, nel decennio tra il 1964 e il 1974, presso Saks Fifth Avenue, prima come venditore e poi come buyer.

Negli anni successivi Derrill decide di mettersi in proprio, aprendo una boutique di antiquariato e abbigliamento uomo a Beverly Hills, ma nel momento in cui il destino gli presenta l'opportunità di lavorare per un altro gigante della distribuzione, Neiman Marcus, non si tira indietro.

Sarà la svolta della sua vita professionale: l'inizio è con la qualifica di buyer ma l'escalation è rapida, fino a guadagnare il ruolo di vice-presidente del men's tailored clothing, innamorato di marchi come Ermenegildo Zegna, Brioni e Kiton, che grazie a lui sono entrati dall'ingresso principale nel department store.

Icona di stile, con un fiuto sia per la moda che per il business, non perde un appuntamento con le fashion week di Milano, Parigi e New York: un ritmo che mantiene per un quarto di secolo, finché nel 2002 decide di ritirarsi.

Della sua vita recente restano i post su Instagram, che lo ritraggono invecchiato ma sempre se stesso: ironico, curioso, colto, onnivoro di cose belle e ricche di storia, elegante ma allergico ai cliché e irriducibilmente anticonformista, al punto che qualcuno lo ha associato a un'altra icona e sua grande amica, Anna Piaggi.

 

a.b.
stats