Lvmh riapre al pubblico le sue maison

38 nuove location per Les Journées Particulières

56 maison coinvolte (su 70 totali), 76 location aperte di cui 38 per la prima volta: sono solo alcuni dei numeri della nuova edizione di Les Journées Particulières ideate da Antoine Arnault, per mettere in mostra il savoir-faire e le creatività degli artigiani e il patrimonio architettonico e culturale delle maison di Lvmh (alcune con più di un secolo di storia).

L'iniziativa in programma dal 12 al 14 ottobre si rinnova anche in Italia, dove apriranno 14 location, di cui 11 maison. Le new entry sono: a Milano, la pasticceria Cova e il flagship Sephora di corso Vittorio Emanuele II; a Longarone (Bl) Thelios, jv tra Lvmh e Marcolin per gli occhiali; a Venezia il T Fondaco by Dfs; a Roma il curiosity shop di Bulgari; a Firenze Palazzo Pucci.

Il focus di questa edizione saranno i cinque sensi. L'idea è anche quella di arricchire l’esperienza, prima e dopo l’evento, attraverso contenuti digitali interattivi. «Les Journées Particulières - spiega Antoine Arnault, direttore generale di Berluti e presidente di Loro Piana - sono state pensate per rappresentare l’ospitalità e l’energia delle nostre maison e per fare da eco al ruolo vitale che gioca nel gruppo Lvmh l’arte del saper trasmettere: il nostro obiettivo è condividere le diverse eredità culturali, l’immenso savoir-faire e le continue innovazioni. Un evento che non ha paragoni, in cui ogni nuova edizione ha coinvolto un sempre maggior numero di maison, talenti e visitatori, facendolo diventare per la quarta volta una celebrazione mondiale dell’arte e dell’artigianalità».

Per chi vuole restare aggiornato sull'appuntamento, dal 21 luglio è possibile iscriversi alla newsletter, mentre dal 13 settembre gli utenti possono creare un proprio profilo sul sito ufficiale e pre-registrarsi per le visite alle maison (nella foto Emilio Pucci a Villa Granaiolo, tra le location italiane).

e.f.
stats