NEOPRESIDENTE PROVENIENTE dalla chimica

Antonella Mansi (Cfmi): «Lavoriamo per rafforzare la catena del valore»

Anche Antonella Mansi (nella foto), che guiderà il Centro di Firenze per la Moda Italiana nel triennio 2018-2020, ha parlato stamattina, 12 novembre, alla conferenza stampa di presentazione della prossima edizione di Pitti Immagine Uomo, in programma a Firenze dall'8 all'11 gennaio.

Una nomina disruptive, quella di Mansi, perché finora la presidenza del Cfmi è stata sempre affidata a personaggi provenienti dal mondo della moda.

Tutt'altro dna per l'imprenditrice toscana, vicepresidente di Confindustria e ai vertici del gruppo chimico di famiglia, ma che intende dimostrare con i fatti come per il nuovo ruolo non sia così determinante la specializzazione.

Deve infatti affrontare sfide che non appartengono al settore nel senso stretto del termine, a partire dai lavori che trasformeranno la
Fortezza da Basso in un moderno polo fieristico.

Mansi ha sottolineato il valore di Pitti come asset territoriale, «che dà un contributo chiave al al Paese e al mondo, con capacità e talento, anche attraverso la Fondazione che porta il suo nome: in quest'ottica stiamo lavorando per il rilancio del Museo della Moda e del Costume».

«Fondamentale è il termine sinergia - ha sottolineato -. Il lavoro con gli enti locali è intenso anche perché c'è in gioco una sfida importante, il restauro della Fortezza da Basso, ossia il cuore pulsante di tutte le attività di Pitti Immagine».

«Ma non finisce qui - ha aggiunto -. Un'altra priorità è il consolidamento dei rapporti con i mondi dell'industria e dello stilismo, attraverso il dialogo con Smi, Confindustria Moda e, non ultima, Camera Moda, perché Milano e Firenze non devono viaggiare su binari separati ma andare nella stessa direzione».

La neo presidente del Centro di Firenze per la Moda Italiana ha ricordato infine l'importanza della formazione, «un tema chiave ribadito anche nel corso del Tavolo della Moda a Roma, che ci vede impegnati in prima linea, perché il talento è la forza vitale del settore».

a.b.
stats