New entry allo stile

Citizens of Humanity: Marianne McDonald è la nuova direttrice creativa

Citizens of Humanity si affida al punto di vista di Marianne McDonald, nuova direttrice creativa della label. Per la collezione di debutto la stilista ha guardato con un occhio nostalgico agli anni Ottanta e Novanta, puntando su tute, jeans destroyed e cargo pant, con un focus sempre più mirato sulla sostenibilità.

Per la prima uscita la designer si è ispirata al concetto di semplicità, in un momento in cui donne e uomini privilegiano un abbigliamento comodo e sofisticato, sinonimo di maggiore rilassatezza. Un gioco degli opposti che l'ha vista impegnata a conciliare aspetti come mascolinità e femminilità, modernità e autenticità. 

Ceduto nel 2017 dal fondo di investimenti Berkshire Partners e dal co-fondatore Jerome Dahan a un pool di investitori e di manager interni, il marchio guidato dalla ceo Amy Williams spinge sempre più l'acceleratore sulla sostenibilità. 

«Evolviamo costantemente i metodi di produzione e di lavaggio per ridurre il nostro impatto ambientale globale – ha spiegato in un'intervista a wwd.com Marianne McDonald -. In Citizens calibriamo la nostra produzione con una distribuzione quanto più mirata possibile nel tentativo di ridurre al minimo gli sprechi».

All'interno degli impianiti di finissaggio, il brand ha implementato processi come lo stone washing con materiale riciclato, le tecnologie al laser, il lavaggio con ozono, l'e-flow, asciugatrici, sistemi di tintura e lavatrici ad alta efficienza, con l'obiettivo di ridurre drasticamente il nostro consumo di gas e acqua, nonché i prodotti chimici utilizzati. Nella stagione autunno 2020, inoltre, crescerà l'uso di materiali riciclati in ossequio ai principi della circolarità. 

In questa fase di emergenza sanitaria il player del denim californiano ha utilizzato i tessuti in giacenza per produrre mascherine lavabili in cotone, messe in vendita con l'obiettivo di sostenere la lotta globale contro la pandemia. Per tutto il mese di giugno, inoltre, il ricavato della vendita è stato devoluto a una serie di organizzazioni che combattono contro l'ingiustizia razziale, di genere e sociale. 

c.me.
stats