da Chanel all'e-commerce

Maureen Chiquet nominata direttore non esecutivo di MatchesFashion

Maureen Chiquet, ceo di Chanel fino al gennaio del 2016, entra nel consiglio di amministrazione di MatchesFashion con il ruolo di direttore non esecutivo. Porterà la sua esperienza nel mondo luxury e, in parallelo, l'expertise maturata nella sfera del mass market, che l'ha vista attiva in precedenza da Gap e Old Navy.

Come rivela Bof, nel board fa il suo ingresso anche Trevor Mather, chief executive di Autotrader, sito specializzato nella compravendita di auto usate.

Per MatchesFashion sono tempi di grandi sfide in un momento di crescita e, al tempo stesso, di sfide con competitor come Net-à-porter e Farfetch, tutte impegnate sul fronte del lusso.

Una partita in cui oggi il player inglese è sostenuto dal fondo
Apax Partners, che lo scorso anno ha aquisito una quota di maggioranza.

Da questo punto di vista l'ingresso di Chiquet è strategico. Dopo l'uscita da Chanel, «per divergenze d'opinioni sulle strategie», la manager si è tenuta piuttosto lontana dai riflettori. Lo scorso anno ha pubblicato un libro dedicato alla leadership delle donne dal titolo Beyond the Label: Women, Leadership and Success on Our Own Terms.

Laureata a Yale, 54 anni, Maureen Chiquet ha iniziato la sua carriera nella sede parigina di L'Oréal nel 1985 ed è approdata a Chanel nel 2003, con l'incarico di presidente della filiale statunitense, dopo un'esperienza di 15 anni nel gruppo Gap, all'interno del quale ha ricoperto diverse posizioni manageriali.

Nel 2007 la nomina a global chief executive officer della griffe francese, dove si è concentrata sull'internazionalizzazione del brand e sullo sviluppo di tutte le divisioni merceologiche.

Di recente MatchesFashion ha rilanciato sul retail fisico, con l'inaugurazione di uno store di cinque piani nel quartiere londinese di Mayfair, all'insegna dell'esclusività e della digitalizzazione, ma il business online rappresenta ormai oltre 90% di tutte le vendite, che a maggio scorso toccavano quota 293 milioni di sterline, in aumento del 44%.

c.me.
stats