nuove sfide

L'uomo giusto per Stuart Weitzman è Edmundo Castillo

Stuart Weitzman non ha perso tempo: dopo aver annunciato lo scorso 21 maggio l'uscita di scena del direttore creativo Giovanni Morelli, ha cooptato Edmundo Castillo come head of design.

Secondo quanto riporta wwd.com, la casa madre del brand, Tapestry Inc., ha confermato l'ingresso di Castillo ma senza aggiungere altri particolari. Del resto, pur non essendo stati ancora diffusi comunicati ufficiali, nel suo profilo LinkedIn Castillo si presenta con il nuovo ruolo.

Nel curriculum dello stilista di origine portoricana, ma newyorkese d'adozione, figurano, oltre al suo marchio, esperienze presso Donna Karan, che lo ha lanciato negli anni Novanta, Castañer, Santoni e Sergio Rossi di cui è stato creative director, Tod's e Aquatalia, label di calzature di Global Brands Group per la quale ha occupato dal 2015 al settembre 2017 la poltrona di executive vice president e direttore creativo.

Nel 2001 è stato vincitore del Perry Ellis Award destinato ai designer emergenti di accessori.

Con l'ingresso di Castillo Stuart Weitzman cerca di riprendersi dagli scossoni degli ultimi mesi: le dimissioni di Morelli, che ha firmato una sola collezione, sono state accompagnate da dichiarazioni da parte della proprietà piuttosto esplicite, riguardo a suoi presunti comportamenti inappropriati.

A metà giugno anche colui che aveva inchiodato Morelli, Thomas Gibb, è stato licenziato e portato in tribunale da Tapestry, accusato di slealtà nei confronti dell'azienda, dalla quale avrebbe attinto idee e prototipi - oltre a usare gli strumenti tecnologici messigli a disposizione - per favorire il marchio di footwear Tidal, di cui a parole era semplicemente un investitore.

a.b.
stats