rafforzato l'ufficio placement

Accademia del Lusso forma gli influencer e pensa alla sostenibilità

Ieri, in occasione dell’inaugurazione del nuovo anno accademico di Accademia del Lusso, sono state presentate tutte le novità dell’istituto, concentrate su tre macro aree: la comunicazione, il management e il design.

Ma c’è dell’altro. L’istituto di alta formazione fashion & luxury punta infatti su un rafforzamento dell’ufficio placement, con la figura di
Nicola Benedettini, e su una visione più internazionale, attraverso scambi con università straniere come il Pratt Institute di New York. Spazio anche per il mondo web e digital.

La scuola per il 2019-2020 ha introdotto i percorsi short di Influencer Marketing Fashion writing & Story Telling, Fashion & Luxury Communication e Video Making & Photography, nell’ambito del progetto volto a formare Fashion & Luxury Influencer e Fashion & Luxury Editor.

Il percorso didattico si amplia inoltre con i corsi di Fashion & Luxury Business Management, Fashion Product Management, Fashion Start Up Management, Collection Planning & Processing, Fashion Product & Materials e con il percorso di Luxury Interior Design.

Nuova l’offerta anche per i Master, in collaborazione con l’università telematica eCampus, che vede come new entry il corso in Sustainable Fashion Design.  

«Accademia del Lusso costituisce un ponte importante tra i suoi studenti e il mondo del lavoro. A seguito del career day di giugno, abbiamo constatato che degli 80 studenti partecipanti, 54 ragazzi hanno fatto immediatamente dei colloqui e 24 hanno trovato una posizione di stage/lavoro subito dopo»,commenta Barbara LG Sordi, academic director e tutor di Accademia del Lusso Milano.

A coronare l’evento di ieri un ospite speciale, il fashion designer Mario Dice: «sono contento di affacciarmi ai nuovi talenti del futuro che spero possano prendere il mio posto - ha detto - . Il messaggio che voglio lasciare è che la formazione va sempre affiancata al duro lavoro, per ottenere risultati importanti. Le nuove generazioni devono essere curiose per conoscere tutti gli aspetti della professione: solo indagando ogni fase dei processi diventeranno grandi professionisti».

Nella foto da sinistra: Pietro Polidori ceo Accademia del Lusso, Mario Dice e Barbara LG Sordi 

a.s.
stats