Parte la caccia al sostituto

Hugo Boss: il ceo Mark Langer lascerà a settembre

Hugo Boss ha annunciato che Mark Langer lascerà il suo incarico di amministratore delegato della casa di moda tedesca il 30 settembre, ma rimarrà attivo fino alla fine dell'anno come consulente a causa della crisi del coronavirus. Nel frattempo la società cerca un successore. 

In un comunicato ufficiale l'azienda spiega che la decisione di interrompere la collaborazione è stata presa di comune accordo con il manager.

Langer era stato nominato ceo del gruppo nel 2016, ma dal 2010 era capo finanziario. La scorsa settimana Hugo Boss ha annullato la guidance per il 2020, dichiarando che al momento, dato l’acuirsi dell’emergenza Covid-19, non è possibile fare previsioni affidabili sull’andamento del business.

Nel 2016 Langer era subentrato a Claus-Dietrich Lahrs, quando Hugo Boss ha subito un brusco calo delle vendite negli Stati Uniti e in Cina. Fino a prima dell’esplosione dell’emergenza coronavirus era riuscito a arginare il declino, con crescite lente ma costanti dei fatturati. E da tempo si parlava dell’insoddisfazione da parte di alcuni azionisti sul suo operato.

Langer ha cercato di riportare Hugo Boss alle sue radici, tornando a puntare sul menswear di alta qualità, e di offrire più abbigliamento casual e sportivo, invertendo il corso del suo predecessore, che aveva tentato di rendere l'etichetta più di lusso e investito nell'abbigliamento femminile.

an.bi.
stats