PARTNER DI LUNGA DATA DI LA MARTINA

Anche Giano investe sul welfare aziendale

Dopo aver annunciato la prospettiva di un aumento dei ricavi (pari a 15 milioni di euro nel 2022) del 30% per l’anno in corso, l’azienda calzaturiera Giano - partner di lunga data di La Martina, con cui è pronto il lancio con la SS23 della capsule Eco Project - sta investendo su nuove figure aziendali, soprattutto nelle aree operation, commerciale e marketing, all’interno di un organico di circa 35 dipendenti dove l’età media è inferiore ai 40 anni, cui si aggiunge un indotto di circa 200 persone.

Inoltre, in seguito a un’intesa tra la direzione aziendale, rappresentata dall’a.d. Enrico Paniccià (nella foto), Confindustria e le organizzazioni sindacali, ha raggiunto un’intesa sul premio di risultato, che riconosce ai dipendenti benefici economici e welfare correlati ai risultati di qualità e redditività conseguiti dall’impresa. L’intesa, in vigore per tre anni, è valida a partire da questo mese di gennaio.

«Le aziende - afferma Paniccià - si trovano nella necessità di migliorare continuamente le proprie performance per affrontare mercati sempre più competitivi, ma ciò non sarebbe possibile senza la partecipazione e l’impegno di tutti i lavoratori, una fondamentale risorsa da valorizzare» «Abbiamo voluto la creazione di un circolo virtuoso - prosegue - in cui competitività aziendale e benessere dei collaboratori condividono un unico orizzonte».

A fronte dell’aumento del costo della vita, negli ultimi mesi è stata inoltre prevista un’erogazione straordinaria pari a 500 euro netti per ciascun lavoratore, inserita in un piano welfare che comprende l’assicurazione sanitaria e un continuo percorso formativo per i dipendenti.

Sul versante business, Paniccià anticipa che Giano è pronta ad aprire le porte a nuove collaborazioni e partnership, «valutando anche progetti alternativi che siano coerenti con il proprio mindset e che possano apportare un incremento positivo».

Il giro d’affari è realizzato per il 65% all’estero: mercati chiave Europa, Asia e Usa, presidiati con una rete vendita di una trentina tra agenti e distributori. Oltre un migliaio i clienti.

Giano non è la prima fashion company a sostenere di questi tempi i dipendenti. Lo hanno fatto recentemente, tra gli altri, anche Gruppo OtbValentinoCanali, Gruppo Florence, Percassi Retail, Tod’s e Manteco.

 

 

A cura della redazione
stats