Per innovare l'offerta

Lectra insedia Thierry Caye al vertice dell’R&D

Lectra, specializzata nei sistemi di taglio dei tessuti e nelle soluzioni Plm, ha nominato Thierry Caye direttore della Ricerca e Sviluppo.

Il manager dovrà supportare l’azienda francese «nell’accelerare lo sviluppo di un’offerta disruptive e nella transizione dalle attività storiche a proposte in linea con i principi dell’industria 4.0». 

Caye, laureato in Computer Science presso la facoltà di Ingegneria Ensereib-Matmeca di Bordeaux, vanta 25 anni di esperienza iniziata nel 1995 presso la società di consulenza Alten, specializzata in innovazione tecnologica, e proseguita da C21 Ingénierie. In seguito il manager è passato in Tessi, con l’acquisizione di C21 per rafforzare la divisione software del gruppo.

In questa realtà, specializzata nell’ottimizzazione dei processi di business e nel customer experience management, ricoprirà diversi incarichi fino a diventare, nel 2018, membro del management committee e dell’executive commitee.

Commentando la nomina di Caye, il presidente e ceo Daniel Harari ha ricordato che Lectra negli ultimi 10 anni ha investito oltre 200 milioni di euro in ricerca e sviluppo, pari all’11% dei ricavi nel 2018 e 2019. Oggi circa 400 dei 1.800 dipendenti della società sono dedicati allo sviluppo di nuove soluzioni. 

All'inizio del mese Lectra ha ottenuto il Grand Prix BFM Business 2020 per l'accelerazione digitale, nella categoria riguardante la trasformazione del modello di business. Da tre anni a questa parte l'azienda è nella fase di accelerazione digitale, che ha portato al lancio di progetti per l'Industria 4.0, combinazione di software, hardware, dati e servizi. Soluzioni intelligenti e connesse, green a basso consumo energetico, con focus su tre settori: fashion, automotive e arredamento.

e.f.
stats