Prende forma lo schedule dei primi mesi del 2021

Parigi non rinuncia a gennaio: date confermate per menswear e haute couture

Comincia a profilarsi lo schedule degli appuntamenti legati a sfilate, presentazioni ed eventi fieristici per i primi mesi del 2021.

Dopo l’annuncio di Pitti, che slitta dal 21 al 23 febbraio a ridosso della fashion week milanese tradizionalmente dedicata alla donna, Parigi sceglie un'altra strada: il menswear avrà la sua fashion week dal 19 al 24 gennaio e la couture si collocherà dal 25 al 28 dello stesso mese.

A confermarlo è la Fédération de la Haute Couture et de la Mode, che ribadisce anche il successo degli eventi digitali organizzati in occasione della sessione dal 28 settembre al 6 ottobre, dove sono stati protagonisti 82 brand con 17 défilé e 19 presentazioni fisiche e 46 happening virtuali.

I video prodotti dai marchi in calendario hanno registrato infatti un totale di 153,5 milioni di visualizzazioni, di cui 135 milioni su YouTube e 18,5 milioni su piattaforme cinesi come Weibo, Tencent Video e WeChat, in netto aumento rispetto alle performance messe a segno tra il 6 e il 13 luglio, quando andarono in scena i primi eventi online dopo l'annullamento di quelli fisici causa Covid.

All'epoca, gli organizzatori avevano parlato di 19,4 milioni di visualizzazioni sulle piattaforme partner, di cui 5,6 milioni su YouTube e 13,8 milioni sui canali cinesi.

Tutti i contenuti erano disponibili su fhcm.paris, la piattaforma sviluppata dalla federazione in collaborazione con Launchmetrics, che ha anche misurato il Media Impact Value dell'ultima sessione, quantificato in 123 milioni di dollari, rispetto ai 65,1 milioni di dollari di luglio.

Una cifra diminuita del 31% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando il Miv della settimana della moda parigina ammontava a 179,3 milioni di dollari (nella foto, un outfit Dior Homme Spring-Summer 2021).

a.t.
stats