Prima mossa di Matthew Blazy, neo direttore creativo

Bottega Veneta atterra sulla Grande Muraglia: spettacolare installazione per il Capodanno Cinese

Il nuovo direttore creativo di Bottega Veneta, Matthew Blazy, spara la sua prima cartuccia e, quanto a spettacolarità, fa sicuramente centro.

Per celebrare l’imminente Capodanno Lunare Cinese la griffe è infatti “atterrata” sulla Grande Muraglia, una delle sette meraviglie del mondo moderno e tra le opere pià grandiose dell’umanità, con un’imponente installazione digitale: un messaggio d’auguri scritto in caratteri cinesi su un maxi schermo nel classico verde Bottega e nell’arancio Tangerine, simbolo di fortuna in mandarino, insieme al logo del marchio a caratteri cubitali.

L’iniziativa non ha solo un valore mediatico: insieme all’installazione il brand di Kering si impegna a una donazione a sostegno della ristrutturazione e alla manutenzione dello Shanghai Pass, la roccaforte più orientale della Grande Muraglia Cinese, storicamente conosciuta come il “Primo Passo sotto il Paradiso”.

Non mancheranno i prodotti a tema per celebrare il tradizionale Capodanno Cinese, declinati nel colore Tangerine, oltre che un packaging nella stessa nuance e green Bottega, solo per la Cina, oltre a vetrine speciali in Dos selezionati e contenuti digitali dedicati da Ooh a WeChat.

Ora c’è attesa per la performance più strettamente creativa di Matthew Blazy, che ha preso il posto di Daniel Lee: il debutto è previsto a febbraio.

Nato a Parigi nel 1984, Matthieu Blazy ha iniziato la sua carriera come men’s designer da Raf Simons, prima di approdare da Maison Martin Margiela per la linea Artisanal e il womenswear.

Nel 2014 è diventato senior designer da Celine, sotto l’ala creativa di Phoebe Philo, prima di tornare ancora alla corte di Raf Simons da Calvin Klein dal 2016 al 2019, lavorando sia sull’uomo che sulla donna. Nel 2020 è approdato da Bottega Veneta come design director del ready to wear.

a.t.
stats