primo negozio ad hoc in place vendôme

Gucci lancia Hortus Deliciarum, l'alta gioielleria secondo Michele

Cena di gala al Petit Palais di Parigi per Gucci, che ha celebrato sia il lancio della collezione di Alta Gioielleria, Hortus Deliciarum, sia l’apertura della prima boutique specializzata in questo settore in Place Vendôme.

Le proposte Hortus Deliciarum sono la quintessenza del mondo di Alessandro Michele, il direttore creativo che ha ribaltato i codici del brand ma senza intaccarne il dna, rendendolo protagonista insieme al presidente e ceo Marco Bizzarri di un'escalation impressionante negli ultimi anni.

Anche i nuovi gioielli, quindi, si inseriscono in un universo estetico caleidoscopico, all'insegna di quello che un comunicato definisce «donchisciottismo eclettico».

Si tratta di oltre 200 pezzi, per lo più unici, sviluppati su tre temi: gli emblemi dell'amore eterno, i bestiari e la fauna antica e i solitari, interpretati in modo originale e massimalista.

Le gemme - che vanno dai diamanti bianchi agli zaffiri rosa e blu, passando per le tormaline verdi, i topazi e i granati mandarino - sono montate in base a un concetto di "simmetria discordante".

Accanto ad Alessandro Michele e a Marco Bizzarri, al dinner ha partecipato François-Henri Pinault, presidente e a.d. del Gruppo Kering, parent company di Gucci.

Al termine della cena la musicista, cantautrice e produttrice Florence Welch, testimonial della gioielleria Gucci, si è esibita in un concerto, indossando un abito da sera della collezione Gucci Cruise 2020, abbinato a sandali con il tacco e completato da un anello Gucci High Jewelry in oro giallo, granato e diamanti. 

A chiudere la serata un dj set a cura di Louise Chen (nella foto, da sinistra, Pinault, Michele e Bizzarri).

a.b.
stats