protagonista a Milano

L'Armani day tra Alta Gioielleria, Pre-Fall e la mostra sugli accessori

Giorgio Armani protagonista ieri a Milano: la giornata è iniziata con la presentazione all'Armani Hotel della collezione di Alta Gioielleria, una novità giocata sull'alternanza di oro bianco, oro giallo e pietre preziose, con prezzi da 900 a 35mila euro.

Il focus si è poi spostato su zona Tortona, dove lo stilista e imprenditore ha il suo quartier generale.

Nel pomeriggio è stata infatti inaugurata all'Armani/Silos la mostra Accenti di Stile, che resterà aperta fino al 2 febbraio ed esplora il mondo degli accessori interpretato da Armani, che ha curato personalmente la retrospettiva: un excursus tra le calzature, dalle ballerine alle sofisticate slingback e décolleté, fino a "oggetti gioiello" come la Plissé Bag, ispirata ai dettagli degli abiti, o le clutch di grandi proporzioni. In primo piano anche i bijoux, dalle spille a forma di insetto alle collane impreziosite con materiali tessili, in cui velluto, seta e tulle ricoprono le pietre.

In serata, l'Armani/Teatro ha aperto le porte a vip e addetti ai lavori per la sfilata della Pre-Fall 2020/2021, seguita da una cena: come per l'Alta Gioielleria, anche per questa collezione si è trattato di una prima volta.

«Il mio lavoro è entusiasmante proprio per questo - ha affermato Armani -. Perché mi consente di vivere continuamente delle "prime volte", come questa giornata. Questa giornata ha offerto la possibilità di vivere, in un'immersione totale, il mio mondo tra arte e design».

La collezione Pre-Fall 2020/2021 si ispira al concetto di Trasformismo. «Il segreto della seduzione moderna - ha precisato il designer - è in un'armonia, semplice ma efficace, di rigore e sensualità».

Infatti la collezione è tutta un gioco di rimandi tra maschile e femminile: va ad ammorbidire i dettagli troppo mannish, mentre suggestioni riprese dal guardaroba dell'uomo conferiscono struttura e consistenza ai modelli più morbidi e seducenti.

Un'immagine volitiva, come la definisce Armani, che si ispira al power suit ma in modo molto equilibrato, facendosi influenzare da un tema a lui caro, l'Oriente, e da reminiscenze degli anni Trenta.

La moderna garçonne immaginata dallo stilista esprime attraverso esili blazer, giacche corte e sagomate, pantsuit e minidress neri che scoprono a sorpresa le gambe un mix di sensualità, raffinatezza e libertà, nel vestire come nel pensiero. Ha un debole anche per le gonne a sirena, i pantaloni fluidi in velluto, i cappotti avvolgenti, le cappe.

Ad applaudire lo show, tra gli altri, il sindaco Beppe Sala, Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo con le sorelle Matilde e Isabella, Stefano Boeri, Viola e Vera Arrivabene, Francesco Vezzoli e Andrée Ruth Shammah.

Il finale dell'Armani day è stato affidato alla voce inconfondibile di Giorgia, con un concerto all'Armani Privé Club.

PRE-FALL 2021 COLLECTION : GIORGIO ARMANI



a.b.
stats