Protagonisti della terza edizione

Green Carpet Awards: tra gli 11 premiati spicca il nome di Valentino Garavani

Valentino Garavani sarà insignito del Legacy Award: è questa la principale novità della terza edizione del Green Carpet Fashion Awards, i riconoscimenti che dal 2017 premiano i protagonisti della moda etica e sostenibile e che saranno assegnati domenica 22 settembre al Teatro alla Scala.

«Vogliamo premiare il lavoro del grande stilista italiano per la sua creatività, che dura da oltre 50 anni. I suoi abiti, passati dalle madri alle figlie, sono un esempio di valore che si perpetua nel tempo», hanno commentato Carlo Capasa, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana e Livia Firth, direttore creativo e co-fondatrice di Eco-Age, illustrando i contenuti della serata durante la quale saranno assegnati 11 premi.

Presentata questa mattina nella Sala dell’Orologio di Palazzo Marino, la terza edizione dei Green Carpet Fashion Awards sarà condotta da Adut Akech e Jon Kortajarena, mentre Hamish Bowles, international editor at large di Vogue US, è stato confermato direttore artistico della manifestazione.

Il tema di quest’edizione sarà ispirato a Leonardo da Vinci nel 500esimo anniversario della sua morte. Secondo Bowles, «lo stile attento e la visione ispirata di Leonardo sono stati celebrati continuamente per oltre mezzo millennio. Nel 2019 il mondo ha reso omaggio all'impatto di Da Vinci su arte, moda e storia ed è giusto che ciò si rifletta nei Green Carpet Fashion Awards, come celebrazione della cultura e del talento italiano».

I Green Carpet Fashion Awards nascono da un progetto della Cnmi in collaborazione con Eco-Age e con il sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), dell'Agenzia del Commercio Italiana (Ita) e il patrocinio del Comune di Milano.

Nella foto, Carlo Capasa, Livia Firth e Hamish Bowles in piazza della Scala con un allestimento green dedicato a Leonardo Da Vinci

an.bi.
stats