rimpiazzato ad interim da joann cheng

Lanvin: se ne va il ceo Jean-Philippe Hecquet

Mancherebbe poco all'ufficializzazione, da parte di Lanvin, dell'uscita di scena dopo soli 18 mesi del ceo Jean-Philippe Hecquet. Secondo quanto riporta wwd.com, si tratterebbe di dimissioni a decorrenza immediata.

La poltrona di Hecquet - che poco più di un mese fa, durante le sfilate di Parigi, rilasciava interviste che lo facevano pensare saldamente in sella - verrà occupata ad interim da Joann Cheng, chairman di Fosun Fashion Group, parent company della griffe, che vede la manager anche nel ruolo di presidente del board.

Prima di entrare a far parte di Lanvin, Hecquet era stato amministratore delegato dell'insegna francese Sandro dal 2014. Quella di Hecquet è stata la prima nomina importante di Fosun, dopo che aveva acquisito il marchio in una situazione critica nel 2018. Nell'arco del suo breve mandato il manager ha assunto la maggior parte dei senior manager dell'azienda. 

Al suo arrivo due anni fa, Cheng ha occupato il posto di ceo ad interim, dopo l'espulsione del direttore generale Nicolas Druz.

Sempre nel 2018 Cheng aveva messo in evidenza la «notevole esperienza a livello internazionale di Hecquet nel settore della moda di lusso, le sue doti imprenditoriali e le sue capacità manageriali», plus fondamentali per traghettare la label verso un futuro di grande crescita.  

Il dirigente vanta anche oltre un decennio di esperienza in vari ruoli presso il gruppo Lvmh. Nel suo curriculum, tra le altre cariche, c'è anche un'esperienza alla Mercedes-Benz France.

L'attuale portafoglio di Fosun Fashion Group comprende anche le label Wolford, St. John Knits, Caruso e Tom Tailor. Il gruppo ha sede a Shanghai.

c.me.
stats