Se ne va il numero uno del merchandising

Jacopo Venturini lascia Gucci e già si parla di un ritorno in Prada

Jacopo Venturini lascia Gucci. Il manager, che ha avuto un ruolo centrale nell'affermazione del nuovo corso del marchio insieme a Marco Bizzarri e Alessandro Michele, pare sia già pronto ad affrontare una nuova esperienza professionale: forse in procinto di rientrare nel Gruppo Prada, dove aveva già lavorato e dove potrebbe rivestire un ruolo chiave. 

Ma se il ritorno alla corte di Patrizio Bertelli resta, per il momento, un rumor tutto da verificare, l'uscita da Gucci, dove Venturini ricopriva il ruolo di vicepresidente esecutivo per il merchandising e i mercati globali, è ormai ufficiale.

«È la persona che collega le esigenze aziendali alla sensibilità del prodotto. Capisce alla perfezione i clienti e i mercati ed è in grado di esprimerlo a un direttore creativo che ha una sensibilità completamente diversa, ma insieme possono risolvere tutti i problemi per creare una collezione», diceva di lui in un'intervista Marco Bizzarri, che nel 2015 lo aveva portato in Kering in arrivo da Valentino, dove si era distinto lavorando al fianco di Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli.

Una figura più che strategica e non facile da sostituire per Gucci, che nelle scorse settimane ha fatto i conti con le dimissioni di un altro manager chiave, Alessio Vannetti, che ha lasciato il ruolo di direttore della comunicazione mondiale che occupava dal 2015. 

Anche per Vannetti, come per Venturini, si parla di un possibile ritorno nel Gruppo Prada: insieme potrebbero lavorare al rilancio di Miu Miu.

an.bi.
stats