Focus su sostenibilità e fashion culture

La seconda volta di White Street Market al SuperstudioPiù

«Non la solita fiera ma un vero punto d’incontro B2C». Con questi presupposti torna White Street Market, non più al Base ma al SuperstudioPiù.

Dal 12 al 14 gennaio di scena circa 60 marchi fra moda di ricerca, streetwear e sportswear (Arena Icons, nella foto, New Balance, Timberland, Kappa, Fila, Nana-Nana, Last Heirs, solo per citarne alcuni), oltre a un fitto calendario di eventi.

All’innovativo appuntamento lanciato in giugno da White (8.800 i visitatori dell'esordio) in collaborazione con Probeat Agency e nss factory non mancano pop-up shop che mettono in vendita limited edition, ma anche mostre, la proiezione di fashion movie, grazie a uno spin-off del già rodato Milano Fashion Film Festival e persino uno skate show della prima crew di skater tutta al femminile Skate Kitchen, direttamente da New York.

Alcuni momenti di discussione saranno dedicati alla moda e alla sostenibilità. In altri saranno presentati musica e libri, grazie a una selezione speciale a cura della libreria Le Grand Jeu.

Tra le riconferme di questa seconda edizione la partnership con Sneakerness (il maggiore evento del settore a livello europeo), oltre a quelle con The Italian New Wave (format per la nuova creatività musicale italiana) e Club to Club (festival di musica avant-pop ed elettronica), a ribadire il ruolo chiave della musica nel coinvolgere il grande pubblico.

Zona Tortona rafforza il proprio ruolo di fashion district anche con lo spazio Base/ex Ansaldo, che diventa sede di sfilate in calendario e spazio-showcase per le principali showroom milanesi.

e.f.
stats