Dal patron di moncler la stessa cifra di berlusconi

Remo Ruffini: «10 milioni di euro per l'ospedale nell'ex Fiera»

Si è parlato tanto oggi della donazione di 10 milioni di euro da parte di Silvio Berlusconi, a favore del reparto di terapia intensiva in costruzione alla Fiera di Milano, un progetto promosso dalla Regione Lombardia.

La risposta della moda a Berlusconi arriva da Remo Ruffini: il patron di Moncler mette a sua volta sul piatto 10 milioni e con la stessa finalità, accelerare i tempi di realizzazione della nuova struttura da 400 posti letto, il cui costo oscillerebbe tra i 40 e i 50 milioni di euro.

Ruffini spiega il suo gesto, che lo mette in pole position fra tutte le donazioni fatte finora nel settore, con la riconoscenza alla città di Milano, «che ha regalato a tutti noi un presente straordinario. Non possiamo e non vogliamo abbandonarla, è un dovere di tutti restituirle ciò che finora ci ha dato».

L'imprenditore dice di aver manifestato le sue intenzioni all'assessore regionale Giulio Gallera già nella fase iniziale del progetto, «ma ora che ci sono ragionevoli certezze sulla fattibilità, sono pronto a sostenerlo, supportato anche dalla grande esperienza di Guido Bertolaso».

«Il modo migliore per rispondere alla preoccupazione è la reazione», ha affermato oggi Ruffini, che di capacità di reazione ne sa qualcosa, visto che cavalca la "tigre" Moncler, il cui fatturato stimato per il 2020 da Goldman Sachs è di 1,754 miliardi di euro (va però considerato che la valutazione risale a metà febbraio, prima del dilagare dell'epidemia in Italia e ora in Europa).

A cura della redazione
stats