STRATEGIE

Prada entra nella squadra di Altagamma

Prada entra nella squadra di Altagamma, l’associazione che dal 1992 riunisce le imprese dell’alta industria culturale e creativa italiana.

«L’attitudine creativa e imprenditoriale di Prada incarna al meglio i valori che accomunano le imprese Altagamma e la filosofia della Fondazione - si legge in una nota congiunta -. Prada, la cui storia nasce nel 1913 con l’apertura dello storico negozio in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano, è infatti un osservatore acuto e non convenzionale della società, interpretando e anticipando l'evoluzione dello stile con un linguaggio che trae ispirazione da diversi ambiti culturali come l'arte, il cinema e la fotografia. Ambasciatore del made in Italy nel mondo, Prada è stata tra le prime aziende a occuparsi delle più sensibili tematiche sociali ed ambientali».

In qualità di socio, Prada parteciperà alle iniziative promosse dalla Fondazione, avvalendosi dei servizi che Altagamma riserva ai propri associati e fornendo il suo contributo ai numerosi progetti trasversali, finalizzati alla crescita del business delle aziende e nel contempo al rafforzamento di quell'ecosistema costituito dalle imprese culturali e creative italiane.

Secondo il presidente della Fondazione Andrea Illy, «l’ingresso di un brand prestigioso come Prada, che da decenni promuove nel mondo la creatività, l'eleganza, la capacità innovativa e l’acume imprenditoriale italiani, costituisce un momento significativo per Altagamma, e testimonia il percorso di crescita e di consolidamento che la Fondazione ha intrapreso negli ultimi anni».

Mission dell’associazione, che accoglie 110 brand di sette settori (moda, design, gioielleria, alimentare, ospitalità, motori e nautica) è contribuire alla crescita e alla competitività delle imprese, offrendo così anche un contributo allo sviluppo economico del Paese. L'alto di gamma rappresenta in Italia un'industria da 115 miliardi di euro e fornisce un contributo al Pil del 6,85%, mentre la quota dell’export è del 53%, coinvolgendo in totale 402mila occupati, diretti e indiretti.

«Negli anni Fondazione Altagamma è cresciuta sia in termini quantitativi, coinvolgendo un sempre maggior numero di aziende italiane di riferimento, che qualitativi, ampliando il suo spettro di azione su di una crescente molteplicità di settori e di progetti, soprattutto a livello internazionale – è il commento di Patrizio Bertelli, co-amministratore delegato di Prada -. Un polo di aziende italiane il cui comune denominatore è l'alta qualità è uno strumento utile sia per lo sviluppo delle nostre attività che per competere pariteticamente fuori dai nostri confini».

«Siamo quindi particolarmente lieti di associarci a Fondazione Altagamma – ha aggiunto Bertelli – e di dare il nostro contributo a questo importante progetto dedicato a sostenere e dare impulso ai molteplici aspetti l'eccellenza italiana, e di poter parallelamente beneficiare delle opportunità che ci vengono offerte dall'essere soci della Fondazione».

Prada entra a far parte di un network che include aziende del fashion come, tra le altre, Bottega Veneta, Salvatore Ferragamo, Brunello Cucinelli, Tod's, Gucci, Loro Piana, Ermenegildo Zegna, Versace e Valentino.

a.t.
stats