su una superficie di 30mila metri quadri

Ied: nell'area dell'ex Macello sorgerà il primo campus internazionale

L'Istituto Europeo di Design si prepara a trasferirsi in quello che sarà uno dei più grandi Campus di Alta Formazione in Italia, interamente dedicato da un'istituzione privata a creatività, arte, cultura e, più in generale, ai progetti per le prossime generazioni.

Il Campus sorgerà nell'area dell'ex Macello, nel quartiere milanese di Calvairate, al centro di un mega progetto di riqualificazione affidato dal Comune di Milano ad Aria, progetto vincitore del bando Reinventing Cities, presentato dalla società benefit Redo Sgr come capofila, insieme a Ied e ad altri partner.

Qui verranno riunite, fra tre o quattro anni, tutte le sedi cittadine dell'Istituto, oggi distaccate e diffuse in diverse zone, e confluiranno 5mila persone tra staff, studenti e docenti. Complessivamente si tratterà di 30mila metri quadri, contro gli attuali poco meno di 20mila, che ospiteranno le aule, i laboratori, le biblioteche e altri spazi, progettati da Cza Cino Zucchi Architetti secondo criteri avanzati di sostenibilità ambientale e sociale. La struttura sarà circondata da un parco.

«Il Campus Ied - si legge in un comunicato - contribuirà, insieme agli altri partecipanti all'iniziativa, a far rivivere, riqualificare, ripopolare le grandi aree dismesse del quartiere di Calvairate. L'investimento su questo territorio passerà anche da un rilevante polo di formazione destinato ai giovani».

Carlo Allorio, presidente di Ied, parla di «un grande traguardo e un importante passaggio nello sviluppo della nostra istituzione, a conferma della forza e della capacità innovativa che da sempre fanno parte della vocazione dell'Istituto Europeo di Design».

Oltre a Redo Sgr e a Ied, Aria coinvolge CA Ventures, E.On e Deltaecopolis, mentre i progettisti, oltre a Cza Cino Zucchi Architetti, sono gli studi di architettura Snøhetta Oslo, nel ruolo di lead architect, Barreca & La Varra, Stantec e Chapman Taylor Architetti.

Il sito dell'ex Macello occupa 15 ettari ed è composto da due parti, separate da via Cesare Lombroso: tra i poli chiave della sua nuova vita anche il Pod (Point of Disclosure) Science & Art District, distretto per la produzione e divulgazione scientifica dove saranno allestiti mostre, laboratori aperti alla città ed eventi. Nel Pod si inserirà un Fab-Lab, in cui verranno organizzati corsi per insegnare alla cittafdinanza le nuove tecnologie digitali.

Il settore residenziale, a Sud, sarà destinato a circa 1.200 nuclei familiari, con un mix di social housing con canoni convenzionati o in vendita agevolata, uno studentato con 600 posti letto e una quota (circa 7mila metri quadri) di edilizia libera.

Gli spazi pubblici negli ex recinti del Macello e dell'avicunicolo si svilupperanno su circa 45mila metri quadri. Aria prevede un totale di 15mila presenze giornaliere tra nuovi residenti (circa 3mila) e city user, con circa 30mila posti di lavoro indotti.

Nella foto, un rendering del Campus di Ied


a.b.
stats