Supportato da Stefano Chiassai

ES. Lamodaunisce sbarca al Museo Madre di Napoli

Si rinnova l’appuntamento con ES. Lamodaunisce: dopo il successo della scorsa edizione alla Pinacoteca di Brera a Milano, l'iniziativa varca le porte del Museo Madre di Napoli con una mostra-evento che si inaugura la sera del 25 luglio.

Il progetto, a cura di Laura Valente e Paola Maddaluna e promosso dalla Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee della Regione Campania insieme a Less (Società Cooperativa Sociale), ha l’obiettivo di raccontare le vite dei migranti attraverso il linguaggio universale della moda.

Un tema decisamente caldo che, rientrando nell’ambito dell’edizione 2019 di Progetto XXI-Madre per il Sociale, vede come protagonisti del laboratorio giovani richiedenti asilo e provenienti da Paesi come la Costa D’Avorio, Mali, Nigeria e Senegal.

Grazie al coinvolgimento di aziende italiane made in Italy e dello stilista Stefano Chiassai, è stata realizzata la collezione ES, in mostra al museo Madre di Napoli, ispirata a un’opera dell’artista Mimmo Paladino e creata da talenti selezionati insieme agli operatori sociali di Less, tra cui Ozah Faith, Mamadou Keita, Adama Kouyate, Zainab Lokman, Toure Moumouni, Obagho Rhoda e Syll Cheikh: artigiani del settore tessile-manifatturiero e tessile-abbigliamento, con competenze tecnico-sartoriali e tecnico-tessili.

c.bo.
stats