TRA LE NEW ENTRY KELLY BENNETT (NETFLIX INC.)

Zalando: Cristina Stenbeck (ri)diventerà presidente del cda al posto di Lothar Lanz

Sarà Cristina Stenbeck (nella foto) la nuova presidente del cda di Zalando al posto di Lothar Lanz: la nomina ufficiale avverrà nel corso dell'Annual General Meeting del prossimo 22 maggio. La manager aveva già rivestito questo ruolo dal 2014 al 2016.

Stenbeck è attualmente una dei board director di Spotify, Omio (già GoEuro) e dell'investment company Kinnevik, una delle più grandi società familiari della Svezia, di cui detiene la maggioranza delle azioni.

L'executive si ritirerà dal board di Kinnevik - che è azionista di Zalando - in occasione del general meeting previsto il prossimo 6 maggio. Dopo due anni di presidenza e cinque nel cda, Lothar Lanz lascerà il supervisory board insieme a Shanna Prevé (managing director Business Development presso Google Consumer Hardware Group) e Dominik Asam (cfo di Airbus).

Il Nomination Committee di Zalando ha proposto inoltre l'ingresso nel supervisory board di Kelly Bennett, chief marketing officer uscente di Netflix, e di Mariella Röhm-Kottman, attuale senior vice president e head corporate accounting di Zf Friedrichshafen. Quest'ultima diventerà chair del Comitato di Revisione.

«Sono orgoglioso di aver dato il mio contributo alla trasformazione di Zalando in un player tedesco quotato di primo livello - ha commentato Lanz -. Cristina possiede il background giusto, in un momento in cui l'azienda ha chiuso il ciclo dei suoi primi dieci anni e si affaccia alla seconda decade di attività, investendo su una strategia di piattaforma. Anche Mariella e Kelly sono le persone adatte a questa nuova fase».

«Nell'ultimo decennio ho sostenuto Zalando, di cui sono stata partner - ha detto Cristina Stenbeck -. Non vedo l'ora di ritornare al cda in una fase in cui il nuovo Management Board si proietta verso i prossimi 10 anni, nell'ottica della creazione di valore a lungo termine tramite un'efficiente dotazione di capitale, una continua innovazione accompagnata dalla creatività, partnership forti e investimenti nella platform strategy».

 

a.b.
stats