un evento oltremanica e i film con national geographic

Prada vola a Londra e prosegue col progetto Re-Nylon

La moda è arte ma anche espressione collettiva di un messaggio: questo il mood di Prada, che il 2 il 3 ottobre, vola a Londra, al 180 The Strand, per presentare la terza edizione di Prada Mode, un club privato itinerante dedicato alla cultura contemporanea che offre ai suoi membri l’accesso ad eventi artistici esclusivi.

Dopo le due precedenti edizioni che hanno coinciso con l’Art Basel di Miami Beach e Hong Kong, l’appuntamento di quest’anno si svolge in occasione della fiera d’arte moderna Frieze e vede la partecipazione dell’artista americano Theaster Gates, con la presentazione del nuovo capitolo di Black Image Corporation, progetto che esplora l’identità black attraverso un’analisi delle riviste Ebony e Jet.

In collaborazione con The Vinyl Factory, tra i leader nella produzione di vinili, e la piattaforma The Showroom, a Prada Mode London è previsto il lancio del programma Collective Intimacy, dove live performance e dibattiti tra artisti, produttori culturali e membri del pubblico animeranno le due giornate, con l’intento di creare una comunità globale dai valori condivisi.

In linea con uno spazio in cui arte, architettura, musica e quotidianità si incontrano, i membri del Prada Mode London possono partecipare durante tutta la durata dell’evento a diversi eventi come il Black Cinema House Programme, curato dalla regista Ava DuVerney, o le sessioni radio di The Vinyl Factory e Collectives.

Infine, negli spazi progettati da Gates va in scena anche un Missisippi Shack, in cui gli ospiti possono intraprendere conversazioni più raccolte, e il Temple che ospita le performance artistiche e musicali.  

Intanto la griffe lancia il quarto episodio di What We Carry, la serie di cortometraggi dedicati alla collezione Prada Re-Nylon (nella foto), che sostiene l'impiego del nylon Econyl, riciclato e rigenerabile all'infinito, come base di una nuova catena di produzione circolare nella moda, con l'obiettivo di creare una linea rivoluzionaria e interamente sostenibile basata sull'iconico tessuto in nylon entro il 2021.

In questa puntata Hannah Reyes Morales (explorer e fotoreporter di National Geographic) e l'attore cinese Wei Daxun, "reporter per Prada", rivelano i metodi di lavoro all'interno della fabbrica di abbigliamento Parawin a Ganzhou, dove lavorano 300 addetti, impegnati nelle fasi dal taglio alla costruzione e rifinitura dei capi.

In collaborazione con Aquafil, che produce Econyl, Parawin si impegna nel riciclo dei rifiuti legati alla produzione, che vengono trasformati in nylon rigenerato Econyl e quindi intessuti in Prada Re-Nylon.

Si tratta del primo impianto ad aver stretto una partnership con Aquafil per centrare questi obiettivi, aprendo la strada ad altre realtà.

I cortometraggi precedenti, sempre in tandem con National Geographic, sono stati ambientati in Arizona, in Camerun sul Lago Ossa e a Mahanga Bay, al largo della Nuova Zelanda.

Prada Re-Nylon è stato lanciato il 24 giugno 2019. Il viaggio a puntate dedicato al progetto prevede un quinto e ultimo episodio, che come gli altri ripercorrerà la catena di produzione trasparente che contraddistingue l'iniziativa.

 

c.bo. e a.b.
stats