UNA SCELTA IN CONTROTENDENZA

Donatella Versace: «A febbraio sfiliamo co-ed»

Dal 2020 si cambia. Anziché quattro collezioni, Versace ne porterà in scena due, con il menswear e il womenswear insieme.

Donatella Versace ha annunciato che la griffe – a partire da febbraio, con la collezione Fall-Winter 2020 – sfilerà per la prima volta co-ed nell’ambito di Milano Moda Donna, saltando così l’appuntamento con la fashion week maschile a gennaio.

La mossa della maison della Medusa è in controtendenza, in un momento in cui diverse case di moda, tra cui Gucci e Salvatore Ferragamo, stanno invece tornando a presentare l’uomo nella settimana del menswear. Dovrebbero invece continuare a sfilare co-ed Dsquared2Bottega Veneta e Missoni.

La decisione di Versace di abbinare gli show nasce dalla volontà di evidenziare la vicinanza stilistica delle collezioni uomo e donna, «che da tempo – sottolinea Donatella Versace - parlano un solo linguaggio».

«Viviamo in una società in cui tutti parlano con tutti e questo fa sì che ci si influenzi a vicenda nel modo di vedere le cose – aggiunge -. Questo è successo anche a me ed è per questo motivo che ho sentito il bisogno di concentrare la mia creatività e disegnare una collezione che avesse un unico punto di vista, una sola visione, che comunicasse un mondo Versace. Non si tratta solo di voler essere inclusivi o abbracciare le diversità ma di parità, anche in passerella».

La sfilata co-ed sarà un esperimento, come ha evidenziato la stilista, pronta a fare dietrofront se il format non funzionasse: «Non avrei alcun problema – ha affermato - a tornare alla formula tradizionale, o a trovarne una completamente diversa, se questa non dovesse essere all'altezza delle nostre aspettative».



a.t.
stats