VERSACE PER S. RAFFAELE E PROGETTO DI CNMI

Capri Holdings stanzia oltre 3 milioni di dollari vs Covid-19

Oltre 3 milioni di dollari: è questa la cifra elargita dal gruppo Usa Capri Holdings Limited per supportare la lotta al coronavirus. Un'iniziativa solidale che coinvolge tutti i marchi nell'orbita del gruppo.

«Saremo per sempre grati a tutti quelli che stanno lavorando in prima linea per aiutare il mondo a combattere la pandemia, esprimendo la nostra riconoscenza per la straordinaria dedizione e il coraggio - ha detto John Idol, presidente e ceo di Capri Holdings -. Per questo motivo vogliamo supportare sia loro che gli ospedali nei quali lavorano. Miriamo anche a rafforzare le organizzazioni dedicate ad aiutare le nostre comunità».

Nello specifico, Michael Kors stanzierà un milione di dollari per corroborare le operazioni di soccorso a New York. In aggiunta il fondatore del brand, insieme a John Idol, faranno un'ulteriore donazione personale di un milione di dollari.

I fondi saranno distribuiti tra diverse organizzazioni a supporto dei soccorsi nella città, come l'Nyu Langone Health e il New York-Presbyterian Hospital, che riceveranno 750mila dollari a testa per sostenere le cure urgenti per i pazienti, gli aiuti finanziari per lo staff medico in prima linea e la relativa ricerca clinica e diagnostica.

L'organizzazione God's Love We Deliver riceverà 250mila dollari per finanziare i pasti da consegnare in tutti e cinque i distretti ai cittadini più vulnerabili che vivono con gravi patologie, i più a rischio in questo momento. 250mila dollari andranno invece ad A Common Thread, Cfda/Vogue Fashion Fund for Covid-19 Relief, che raccoglie aiuti finanziari rivolti alle piccole imprese del mondo della moda colpite dalla pandemia.

Anche Versace ha stilato un piano di aiuti, donando 500mila dollari a favore dei soccorsi locali nella lotta contro la pandemia. Questa donazione si aggiunge a quella di un milione di Rmb devoluti a febbraio in favore della Chinese Red Cross Foundation. I nuovi fondi supporteranno l'ospedale San Raffaele di Milano – che riceverà 400mila dollari per fornire aiuti cruciali al reparto di terapia intensiva del nosocomio – e la Camera Nazionale Della Moda Italiana, a cui andranno 100mila dollari per il progetto “Italia, We Are With You”, un'iniziativa per donare respiratori e attrezzature mediche agli ospedali del Paese.

Ricordiamo che il mese scorso Donatella Versace, chief creative officer di Versace, e sua figlia Allegra Versace Beck, hanno donato personalmente 200mila euro al reparto di terapia intensiva dell'ospedale San Raffaele.

Infine Jimmy Choo: l'iconico brand di calzature stanzierà 500mila dollari per supportare le operazioni di soccorso, sia in Inghilterra che nel resto del mondo. In particolare, National Health Service Covid-19 Urgent Appeal by Nhs Charities Together riceverà 250mila dollari per aiutare lo staff ospedaliero, i volontari e tutti coloro i quali si prendono cura in prima linea dei pazienti affetti dal virus, e The World Health Organization's Covid-19 Solidarity Response Fund otterrà 250mila dollari per dare la possibilità ai Paesi di prepararsi e rispondere alla crisi del coronavirus, nonché per supportare i professionisti medici e i pazienti in tutto il mondo con aiuti cruciali e forniture.

«È il momento di restare uniti in ogni modo e su ogni livello – ha ribadito John Idol - perché insieme siamo tutti più forti nell'intento comune di superare questo momento. Voglio, infine, ringraziare Donatella e Michael per il loro impegno personale». (nella foto, l'ultima sfilata di Versace a Milano).

a.t.
stats