Vince anche il Karl Lagerfeld Award

A Matty Bovan l'International Woolmark Prize 2021

Il designer inglese Matty Bovan (nella foto) è il vincitore per il 2021 dell'International Woolmark Prize e in più ha convinto anche i giurati del Karl Lagerfeld Award for Innovation. Si tratta della seconda volta, nella storia del premio voluto da The Woolmark Company (l’autorità globale della lana Merino), che lo stesso designer riceve entrambi i riconoscimenti.

Quest’anno la gara tra giovani creativi era sul tema Less is More e poneva un'enfasi ancora maggiore sulle pratiche sostenibili e sulle connessioni tra la filiera produttiva e il design, con un focus sulla lana Merino australiana.

Di Bovan sono piaciuti i look con tecniche all’avanguardia negli jacquard, i disegni elaborati che denotano una comprensione avanzata delle tecniche di maglieria e tessitura, le combinazioni di colori e l'approccio sostenibile che riguarda l’intera filiera produttiva.

Lo stilista 30enne, attivo a York, ha lavorato con fornitori e produttori locali. Usando i tessuti di Aw Hainsworth, la serigrafia e la pittura a mano, Bovan ha dato nuova vita agli scampoli di tessuto, trasformandoli in capi giudicati interessanti e vendibili.

Diplomato alla Central Saint Martins nel 2015 e specializzato in Fashion Knitwear, con la collezione del diploma ha ottenuto il premio L’Oréal Professionel Creative Award, seguito a breve distanza dall'Lvmh Graduate Prize 2015, che lo ha portato a collaborare con Marc Jacobs e Miu Miu.

A Londra ha avuto due nomination come Emerging Designer Womenswear ai Fashion Awards 2018 e 2019

Più di recente ha presentato con un film online la collezione Odyssey Autumn/Winter 2021 durante la London Fashion Week digitale. Inoltre ha lanciato una linea unisex a marchio Bovan by Matty Bovan, interamente stampata e dipinta nello Yorkshire.
Tra i marchi con cui ha collaborato figurano anche Veuve Clicquot, Coach NY, Stephen Jones Millinery, M.A.C Cosmetics, Barbie, Swarovski e British Airways. Tra le sue fan figurano Adwoa Aboah, Björk, Rita Ora, Georgia May Jagger e Tilda Swinton

Gli altri finalisti in competizione quest'anno erano Bethany Williams (Regno Unito), Casablanca (Francia), Kenneth Ize (Nigeria), Lecavalier (Canada) e Thebe Magugu (Sud Africa). Quest’ultimo sarà anche lo special guest del prossimo Pitti Uomo 100.

Da oggi si aprono le candidature per l'International Woolmark Prize 2022: ci si portrà registrare fino al 31 luglio.

e.f.
stats