in vendita dal 6 febbraio

Burberry: l'era Tisci inizia da Barneys New York

Imaxtree

Burberry, un marchio very British, ma non nella scelta della location dove debuttare sul mercato nella nuova era Tisci: domani, 6 febbraio, sarà un partner di lunga data come Barneys ad alzare il sipario sulla prima collezione firmata dal designer italiano, in piena fashion week newyorkese.

Del resto, come riporta wwd.com, già a fine 2017 il ceo Marco Gobbetti aveva sottolineato l'importanza strategica degli Stati Uniti per Burberry, anticipando l'intenzione di concentrarsi sul wholesale di alto livello in quello che è mercato più grande per il brand, presente a livello di department store anche da Saks Fifth Avenue, Nordstrom e Neiman Marcus.

Le nuove proposte saranno disponibili anche nel flagship della griffe sulla 57esima e nella boutique di Spring street, che per l'occasione sfoggeranno un'immagine simile a quella dei punti vendita Burberry in Regent street e Bond street a Londra: il layout ricorderà quello di una galleria d'arte, con il beige come colore dominante.

Barneys riprenderà queste atmosfere: il sito americano anticipa che nell'avamposto di Madison avenue verranno allestite installazioni relative agli accessori al pianterreno, all'uomo al terzo piano e alla donna al sesto, dove sarà ben visibile anche il nuovo logo. Stessa impostazione nel negozio di Beverly Hills e, successivamente, anche negli altri sparsi sul territorio statunitense (nella foto, la sfilata primavera-estate 2019 di Burberry).

a.b.
stats