+10% l'export atteso 2022

Anfao: il bilancio del primo quarter e il progetto di certificazione di sostenibilità

L’Assemblea 2022 di Anfao di ieri è stata l’occasione per fare il punto sul settore dell’occhialeria e per lanciare un progetto di certificazione, per quelle aziende che vedono come strategiche la trasparenza e la sostenibilità.

Il settore archivia un primo trimestre positivo, sostenuto da un aumento dell’export del 32% rispetto al 2019 e del 35% rispetto al 2021, a 1,19 miliardi di euro (di cui 825 milioni di occhiali da sole).

Il 2021 era terminato con un +40% delle vendite all’estero rispetto al 2020, poco oltre i 4 miliardi di euro, e con un +35% della produzione, a 4,17 miliardi.

Le aspettative degli operatori per i prossimi mesi sono di una crescita costane delle esportazioni, della produzione e del mercato interno. La Russia, come hanno precisato da Anfao, non è mai stata un mercato core per l’occhialeria nazionale: il valore dell’export è infatti sotto l’1%. Il danno maggiore è atteso sulle vendite retail, per i minori acquisti di occhiali italiani da parte dei russi in Italia e negli altri Paesi europei.

«Il nostro settore – ha commentato all’assemblea il presidente di Anfao, Giovanni Vitaloni - sta reggendo bene il contraccolpo dovuto al conflitto mondiale, che si sta portando dietro tutte le criticità che conosciamo: crisi energetica, inflazione, rincari delle materie prime, ecc... Le previsioni che avevamo fatto per questa prima parte dell’anno si stanno confermando in linea, cosa che infonde ottimismo nelle aziende e in tutto il comparto. La vivacità delle fiere e degli eventi, come abbiamo visto all’ultima edizione di Mido (nella foto), dimostrano che gli operatori sono motivati dalla volontà di fare business e questo è fondamentale per mantenere vivo e sano il settore e tutta la filiera. Nonostante fino ad oggi i dati siano positivi la situazione va monitorata in modo costante per via del complesso contesto internazionale».

«I prezzi hanno avuto un’escalation senza precedenti, che si è ulteriormente rafforzata negli ultimi mesi, dallo scoppio del conflitto in Ucraina. Le Borse europee stanno scontando lo stesso trend. La gestione del rischio prezzo è molto complessa, i mercati registrano una fortissima volatilità con livelli di prezzo tra 4 e 5 volte superiori a inizio 2021», ha commentato Massimo Beccarello, professore di Economia dei settori produttivi alla Facoltà di Economia Università Milano-Bicocca, che collabora con Confindustria come responsabile coordinamento in materia di Energia e Ambiente. «Emergono sempre di più criticità di filiera - ha aggiunto - non solo delle singole imprese. Come Confindustria stiamo agendo per chiedere misure congiunturali e strutturali da inserire nei provvedimenti del governo per gestire l’emergenza energetica».

Per la fine del 2022 Anfao prevede una crescita dell’export del 10% rispetto al 2021. La produzione è ipotizzata in crescita fra l’8% e il 10%, mentre la domanda sul mercato interno dovrebbe aumentare tra lo 0,5% e l’1%.

Nella parte pubblica dell’incontro di ieri l’associazione ha anche presentato un progetto di certificazione di sostenibilità di cui è promotrice mentre Certottica sarà l’ente certificatore. Porterà all’adozione di un’etichetta di qualificazione ambientale dei prodotti di occhialeria, al fine di valorizzare l’impegno degli associati a migliorare la prestazione ambientale della filiera.

L'iniziativa green prevede, in particolare, la stesura di un programma che consenta di certificare la sostenibilità sia dei singoli componenti sia del prodotto finito. «Il programma di certificazione unirà la conformità a standard e norme di settore alla flessibilità di un programma proprietario, permettendo di definire una strategia di filiera salvaguardando l’identità di ciascuna realtà - spiegano da Anfao -. Le etichette dovranno essere sviluppate su basi scientifiche, che prevedono il rispetto di criteri specifici a livello di consumi di energia e materiali, e richiedono la certificazione da parte di un organismo indipendente come Certottica».
e.f.
stats