30 startup in 3 anni

Prada e Stone Island con Startupbootcamp per il lancio a Milano di un polo fashion tech

Il gotha della moda italiana ha scelto di collaborare con Startupbootcamp. Ci sono infatti Prada, Stone Island e Coin tra le aziende che affiancheranno, in veste di partner, il principale acceleratore di startup europeo nel lancio a Milano di un polo globale di innovazione dedicato al settore moda.

Il primo programma “FashionTech” dedicato alle startup della tecnologia per il settore moda è stato presentato ieri, 3 giugno. Per il gruppo Prada, in veste di supporting partner, questo evento è stato l'occasione per sottolineare come l’innovazione sia un passaggio obbligato per guardare al futuro.

«Da sempre creatività e innovazione hanno ispirato le scelte di Prada in ogni ambito e oggi più che mai sono diventate un elemento essenziale della competitività in questo settore - ha ribadito Lorenzo Bertelli, head of marketing and communication -. Innovare significa pensare fuori dagli schemi: grazie a questo programma, Prada avrà l’opportunità di immergersi in uno stimolante processo creativo, da cui attingere nuove idee e sviluppare nuove connessioni».

In tre anni il programma Startupbootcamp FashionTech porterà complessivamente all’accelerazione di 30 startup innovative, in grado di influenzare presente e futuro del settore, seguendo un collaudato format di accelerazione che da 10 anni opera con più di 20 programmi settoriali in ogni continente.

«Cercare cose nuove - ha spiegato Roberto Massardi, direttore generale di Stone Island - provare, sbagliare, riprovare ancora, è quello che da sempre facciamo: non abbiamo mai smesso, Stone Island è una continua startup. Per noi quindi affiancare StartupBootcamp in questo progetto è una cosa naturale, un utile confronto con realtà esterne. Non può esistere miglioramento senza confronto e senza condivisione di esperienze e know how, senza la voglia di cercare problemi da risolvere».

 

Per il programma FashionTech si attendono ogni anno oltre 500 candidature, tra le quali verranno identificati i migliori 10 team attraverso un rigoroso processo di selezione effettuato nelle capitali mondiali della moda e dell’innovazione.

 

Nella foto, Alceo Rapagna (ceo di Startupbootcamp Italia) durante uno dei panel di discussione con i partner del progetto

an.bi.
stats