A FIRENZE

Pitti Filati 76 celebra la maglia italiana e rafforza il link con il denim

138 marchi, di cui 16 stranieri, 20mila metri quadri di superficie espositiva: questi i numeri di Pitti Filati 76, in calendario alla Fortezza da Basso dal 28 al 30 gennaio 2015. "Magliaitalia" è il tema del nuovo Spazio Ricerca. Alla seconda edizione la sezione Denim Italiano, che conquista una location autonoma.

 

Focalizzato sull'anteprima delle collezioni per la primavera-estate 2016, l'appuntamento ha l'obiettivo di presentare l'eccellenza della filatura su scala internazionale, in un'atmosfera che unisce business ed entertainment.

 

Momento clou della manifestazione sarà "Magliaitalia", un omaggio al made in Italy e ai suoi plus, riconosciuti in tutto il mondo: bellezza, artigianalità, qualità, ricerca. Un viaggio attraverso il nostro Paese, grazie un'esperienza visiva e sensoriale che parte dalle suggestioni dei luoghi e della storia, per trasformarsi in visione contemporanea. La direzione artistica è del fashion designer Angelo Figus e dell'esperta in maglieria Nicola Miller, mentre l'allestimento è di Alessandro Moradei.

 

Dopo la première di giugno, torna Denim Italiano-Italian Denim Makers (nella foto, un'immagine dell'ultima edizione), il progetto speciale dedicato al denim italiano, nato dalla collaborazione tra Pitti Immagine e Milano Unica, che conquista una location autonoma. Un evento che porta la firma di Angelo Figus e AlessandroMoradei e che valorizza la filiera industriale italiana della tela indigo: dalla produzione del tessuto ai lavaggi, dalla confezione alla stampa e ai ricami, dagli accessori ai macchinari.

 

In contemporanea con Pitti Filati, dal 28 gennaio al primo febbraio alla Stazione Leopolda va in scena la Silver Edition di Vintage Selection: un "festival" della cultura d'antan con abbigliamento, accessori e design vintage, con una serie di novità per il 25esimo anniversario.

 

stats