A Firenze

Generation(S) a confronto all'89esimo Pitti Uomo

Al via Pitti Uomo numero 89. La rassegna, che chiude i battenti il 15 gennaio, riunisce quest'anno 1.200 marchi, di cui 226 new entry, con il 44% degli espositori provenienti da oltre frontiera. Generation(s)è il filo conduttore della kermesse, un rimando alla simultaneità di tante generazioni diverse nel modo di vestirsi e nel lifestyle.

 

Un tema raccontato attraverso gli allestimenti dislocati nel vasto arcipelago della manifestazione, ma anche con un video e una special collection di oggetti iconici, realizzati dal brand italiano Selettiin collaborazione con Toiletpaper, in vendita in uno spazio alla Sala della Ronda.

 

Per accogliere un universo così composito, gli organizzatori hanno recuperato nuovi spazi all'interno della Fortezza. Un ampliamento che si accompagna anche una ridefinizione strategica delle sezioni.

 

Prima fra tutte Make, oggetto di un “remake” che mette in evidenza l’importanza dei giovani artigiani che vivono e lavorano in tutto il mondo. Un’area che dalla Sala Alfa si estende a una parte del Piano Inferiore del Padiglione centrale, caratterizzato da un nuovo layout scenografico e tecnologico.

 

Inedito punto di vista anche per I Play, nato per esprimere l’evoluzione del concetto di sportswear, sintesi di urbanwear e abbigliamento tecnico, che si amplia con un padiglione di oltre 600 metri quadri e per L’Altro Uomo, che cambia layout con un allestimento studiato per enfatizzare le collezioni.

 

La manifestazione ribadisce il ruolo di piattaforma per il lancio di progetti inediti: special collection, capsule, cobranding danno il senso di come l’universo della moda sia un organismo in perenne evoluzione.

 

Hernopresenta una capsule collection insieme a Pierre-Louis Mascia, Piquadro fa la rentrée con la sua collezione di accessori high-tech, Roy Roger’s è in pista con due capsule, in partnership con il fotografo di streetstyle, Scott Schuman,e con Moto Guzzi.

 

Ancora dall’Italia, Caruso presenta l’anteprima mondiale del secondo episodio dello short movie “The Good Italian”, interpretato da Giancarlo Giannini mentre Colmar Originals festeggia con un evento all’Opera di Firenze il lancio di una capsule collection realizzata in collaborazione con Christian Pellizzari e Comeforbreakfast.

 

La carrellata “tricolore” vede in pole position inoltre Patrizia Pepe, che sceglie la Fortezza da Basso come piattaforma per presentare il piano di sviluppo della sua linea maschile, PT05 Pantaloni Torino con l’inedito progetto denim e Il Bisonte,al via con il new deal.

 

Dal Canada arrivano Canada Goose, cheespone in uno spazio indipendente nel Piazzale delle Ghiaia, e Nobis, che lancia la sua 10th Anniversary Collection con un evento alla Limonaia di Villa Vittoria. Dagli States si segnala la capsule Champion By Beams, nata dalla collaborazione del brand con il fashion store giapponese.

 

Dal Regno Unito, un tris di spunti: lo stand di 600 metri quadri di Superdry agli Archivi 3, il lancio di Myswear, progetto di customizzazione delle calzature firmato dal marchio londinese Swear, e l’appuntamento con Matchless London, storico marchio britannico di motociclette, abbigliamento e accessori, che lancia in anteprima la collezione autunno-inverno 2016 e la capsule Star Wars.

 

E infine tanti rientri, fra cui Franklin&Marshall, Aquascutum, Strellson e Black Mountain Clothing Company, con il suo menswear dalle radici outdoor.

 

stats