A Firenze

Pitti Filati: in scena dal 22 al 24 gennaio all'insegna della ricerca

Saranno 95 in totale, di cui 18 in arrivo dall'estero, i marchi presenti a Pitti Filati dal 22 al 24 gennaio prossimi. In campo, le collezioni per la primavera-estate 2015 frutto di una ricerca sempre più volta all'innovazione. E torna anche l'appuntamento con Vintage Selection.

 

A proposito di ritorni, dopo il progetto pilota di luglio scorso, Pitti Filati riproporrà Knitclub, sezione dedicata ai maglifici di qualità. Un'area che nasce, come spiega il vice-direttore generale di Pitti Immagine, Agostino Poletto, "per raccogliere una sempre più importante e qualificata selezione nazionale e internazionale di aziende, capaci di interpretare le volontà tecniche e creative dei visitatori del salone". Un'iniziativa che favorisce una migliore integrazione di tutta la filiera produttiva, organizzata con tempistiche di calendario più funzionali al settore maglieria.

 

In progress anche lo Spazio Ricerca, che con il tema Play esplorerà il gioco come atteggiamento attivo e propulsivo all'azione, grazie alla direzione artistica di Angelo Figus e dell'esperta di maglieria Nicola Miller, con l'allestimento di Alessandro Moradei. Si parte dal gioco e da quello delle ombre, fino al concetto di vestirsi per trasformarsi in un'opera d'arte e alla moda, come scelta individuale che fa di noi dei pezzi unici.

 

Di scena, come ormai d'abitudine, anche la sezione Fashion at Work, che da sempre riunisce espositori italiani e stranieri impegnati in consulenze stilistiche, progettazione punti e stereotipi, stampa su maglia, macchine per maglieria, bottoni e minuterie, accessori e passamanerie, ricami e applicazioni, tintorie, finissaggi e quant'altro.

 

In pista a Firenze, dal 22 al 26 gennaio, ritroveremo infine Vintage Selection, il consueto appuntamento con la mostra-mercato di abbigliamento, accessori e oggetti di design vintage. Come sempre, la manifestazione proporrà numerose iniziative e approfondimenti, fra cui l'inedita area Vintage Food, dedicata agli espositori di prodotti e bevande cult e il set fotografico Lampimposa, in stile anni Sessanta, dove visitatori ed espositori saranno ritratti con polaroid che uniscono effetto old e stampa digitale.

 

stats